VIDEO Papa Francesco e la sosta (organizzata) per salutare la disabile

Il video in cui papa Francesco si ferma a Sibari per salutare Roberta, ragazza disabile, commuove il mondo. Ma era tutto organizzato, ovviamente

Non c’è da girarci molto attorno: papa Francesco è il social pope, il papa che a colpi di sorrisi, strette di mano e gesti eclatanti (ultimo quello di ieri, quando a Sibari si è fermato scendendo dall’auto per salutare e benedire Roberta Mauro, una ragazza disabile, il tutto ripreso in video dai suoi parenti) sta cercando di rinnovare l’immagine mediatica della Chiesa, dopo gli 8 anni di pontificato “nero” – dal punto di vista mediatico – del ben più rigoroso e rigido Benedetto XVI.

IL PAPA FERMA IL CORTEO? - Nello specifico, il fatto di ieri è molto meno spontaneo di quello che possa apparire: il corteo che sta portando papa Francesco alla piana di Sibari, dove il pontefice avrebbe incontrato la foltissima comunità cattolica calabrese, ad un tratto si ferma lungo la statale ionica dopo essersi imbattuto negli evidenti cartelli affissi da Pamela, la sorella di Roberta. Papa Francesco scende, ripreso in video dai telefonini, accarezza e bacia la ragazza, costretta dalla vita all’immobilità su un letto. Un gesto splendido e di grande dolcezza, da parte di un uomo di Chiesa che sa sorridere alla gente e alle irritanti interfacce virtuali delle videocamere, che si frappongono tra il suo sguardo e quello dei fedeli. Bergoglio – che viaggia senza sfarzi a bordo di una normale Ford Focus – stringe le mani ai presenti, li benedice e torna in auto, facendo ripartire il corteo tra le giustificate lacrime di commozione della gente. Però…

video-papa-francesco-sibari-disabile-roberta

Papa Francesco si ferma a Sibari a salutare e benedire Roberta, una ragazza affetta da una grave patologia (video YouTube)

STOP ORGANIZZATO - Però. Senza nulla togliere al gesto di straordinaria bontà ed umiltà, parlare di gesto improvviso e spontaneo è fuori luogo. Ad attendere papa Francesco non ci sono solo cartelli, bandiere e telefonini speranzosi, ma c’è anche la polizia. Una volante ferma a pochi metri dalla casa di Roberta e un agente fermo tra i parenti, pronto ad aprire la portiera. Un papa che si ferma tra la gente rimane qualcosa di meraviglioso, ma resta anche qualcosa di organizzato, probabilmente grazie all’intercessione di comunità religiose impegnate in prima fila nell’evento di Sibari che sono riuscite a far arrivare al pontefice il messaggio.

D’altronde le più elementari norme di sicurezza vogliono che il percorso di un corteo automobilistico – soprattutto se ci sono personalità di riferimento in ballo – venga controllato preventivamente e monitorato costantemente. Quindi la polizia e l’organizzazione sapevano bene di passare davanti alla casa di Roberta. E papa Francesco, pur compiendo l’ennesimo gesto di grande umanità e vicinanza ai fedeli del suo pontificato, ha mostrato ancora una volta di saper strizzare l’occhio con sagacia alle telecamere, gaffe incluse. Bergoglio sta consegnando un’immagine di sé e della Chiesa profondamente diversa da quella che aveva lasciato in eredità Benedetto XVI, un papa rigoroso e strettamente dogmatico che ha creato una distanza apparsa a tratti insanabile tra la Chiesa e la gente. Colpe di una immagine pontificia rigida e spesso sfarzosa, che cozzava con le necessità di speranza e basso profilo di cui i cristiani di tutto il mondo hanno avuto bisogno più che mai in un momento storicamente difficile da tanti punti di vista.

SOCIAL POPE - Papa Francesco, dal suo canto, offre al mondo cristiano quasi un’ostentazione di segno opposto: dagli eccessi e dalle distanze di Ratzinger alla sua semplicità assoluta, nelle vesti, negli ornamenti e nei comportamenti. Un segnale forte per riavvicinare la gente alla Chiesa e viceversa dal punto di vista comunicativo. La speranza è che Jorge Bergoglio, al netto di Facebook e Twitter sia uomo “vero” prima ancora che papa nei suoi comportamenti, e che non sia il frutto mediatico di una necessità calata dall’alto (ma non dall’alto dei cieli…) di recuperare “audience”. Anche perché, dal punto di vista dogmatico, di strada da fare ce n’è ancora tanta. E in quella direzione la Chiesa continua a fare orecchie da mercante (del tempio).

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

3 Risponde a VIDEO Papa Francesco e la sosta (organizzata) per salutare la disabile

  1. avatar
    marina 22/06/2014 a 19:34

    Benedetto XVI è stato un grandissimo Papa. Francesco è mediatico.

    Rispondi
  2. avatar
    ivan 23/06/2014 a 02:35

    Salve. Io sono Ivan , l’autore del video che e stato fatto e ti posso assicurare che non e stato niente organizzato. L’idea e stata Mauro Pamela la sorella di Roberta. Abbiamo pensato di scrivere qualche striscione per attirare l’attenzione. Il video lo fatto con il mio cellulare. La polizia si e fermata per la numerosità delle persone e non e stato nessuno ad aprire lo sportello a papa. Mi dispiace che lo pensate in questo modo.

    Rispondi
    • avatar
      Francesco Guarino 23/06/2014 a 13:58

      Salve Ivan.
      Mi sembra non così tanto casuale la presenza di una volante di polizia e di un agente a piedi proprio nel punto in cui si ferma l’auto di papa Francesco.
      Ad ogni modo nulla da togliere al gesto di generosità del pontefice, organizzato o spontaneo, come lei sostiene, che sia stato. L’articolo vuole andare un po’ al di là del singolo gesto, e porre un piccolo interrogativo sulla totale trasformazione d’immagine della Chiesa tra Benedetto XVI e Francesco.

      Un abbraccio a Roberta e a tutti voi

      Francesco Guarino

      Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews