VIDEO Mediterraneo, affonda un altro barcone: 20 morti e 200 dispersi

Un barcone è affondato al largo della Libia, l’ennesima tragedia nel Mediterraneo. Si contano 20 morti e circa 200 dispersi

Il cimitero Mediterraneo e una tragedia senza una conclusione. Il bilancio attuale è di venti morti e circa duecento dispersi quello che riguarda un barcone affondato al largo delle coste della Libia. Ancora una tragedia, l’ennesima nelle acque del mare: uomini, donne e bambini disperati, in viaggio per cercare una speranza, una vita migliore. Gli ultimi di una serie senza fine, che è aumentata in maniera vertiginosa negli ultimi mesi.

LA GUERRA IN LIBIA – La guerra civile in corso in Libia tra le milizie islamiste del califfato di Bengasi e i combattenti dell’ex generale Khalifa Haftar ha aumentato la partenza di barconi stracolmi di gente dalle coste del Paese Nordafricano. Persone in fuga da una guerra che sta crescendo d’intensità di giorno di giorno e sulla quale stanno speculando i trafficanti di uomini.

MARE NOSTRUM – Un affondamento che è avvenuto nella serata di ieri e che oggi racconta un dramma. Solo sedici persone delle oltre duecento presenti sul barcone sono state tratte in salvo, venti i corpi recuperati, per lo più di nazionalità eritrea e somala. La Marina militare nel Canale di Sicilia, intanto, ha recuperato oltre milletrecento persone grazie a una serie di interventi di salvataggio nell’operazione Mare Nostrum. Tutti i migranti recuperati sono stati poi condotti a terra a bordo della nave Fasan.

IL RITROVAMENTO – Abdellatif Mohammed Ibrahim, la guardia costiera di Guarabouli, ha raccontato: «Abbiamo trovato a pochi passi dalla spiaggia i resti di un’imbarcazione di legno a bordo della quale si erano imbarcati circa duecento migranti. Siamo riusciti a salvarne sedici, altri quindici erano deceduti». Al largo delle coste libiche si contano i morti, a Tripoli invece si continua a combattere. Quindici miliziani sono morti e venti sono rimasti feriti dopo due raid aerei, di cui ancora non si conosce il mandante.

Gian Piero Bruno

@GianFou

foto: improntalaquila.org

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews