VIDEO Magaluf, sesso orale a 20 ragazzi per un drink: è il ‘mamading’

Una turista inglese fa sesso orale a 20 ragazzi in discoteca a Magaluf per una consumazione gratis. Ripresa in video, scoppia lo scandalo 'mamading'

video-magaluf-mamading-sesso-orale-20-ragazzi

Magaluf, paradiso di divertimento e trasgressione. A volte eccessiva, come nel caso della nuova moda del “mamading” (blog.traveleze.co.uk)

Quando la sete chiama, si sa, c’è poco da fare. Oddio, dipende dai punti di vista: per esempio a Magaluf, località turistica a pochi chilometri di distanza da Palma di Maiorca, se siete donna e volete da bere gratis in discoteca, basta fare sesso orale a 20 ragazzi a ritmo di musica. Ovviamente col rischio che la vostra impresa finisca immortalata in video ad imperitura memoria. Ma è un pericolo che, a quanto pare, vale la pena correre per risparmiare i ben 3 euro di valore commerciale della bottiglia di spumante o del drink, “generosa” offerta in cambio della prestazione: benvenuti nel meraviglioso mondo del mamading, una delle possibili parole chiave dell’estate 2014.

TURISTA INGLESE SCATENATA - Una turista inglese si è guadagnata ieri le prime pagine dei siti di mezzo mondo, a cominciare dal «Mirror», grazie alla sua prestazione immortalata in video dagli immancabili smartphone. Filmato destinato ad aprire uno sterile dibattito morale (vieteranno il sesso orale nei luoghi pubblici?) e più che altro a sbandierare ai quattro venti i facili costumi della ragazza. Cosa su cui, ci auguriamo, la turista sia pronta ad incassare e a fornire spiegazioni ad amici e parenti. Considerando che, come si vede dal video, non è stata costretta, né era in condizioni di alterazione psicofisica.

La ragazza, in un succintissimo top senza reggiseno e microshort, è stata immortalata mentre, incitata dal deejay del locale, gira per la pista da ballo a praticare sesso orale in sequenza a più di 20 ragazzi. Un gesto meccanico e goliardico – sul buon gusto e sull’eccesso di goliardia della cosa soprassediamo – in cui quelli imbarazzati sono i ragazzi, molti dei quali faticano a sbottonarsi i pantaloni mentre la turista li incita a farsi sotto per “aiutarla” a vincere la consumazione. Con tempismo da tabloid anglosassone, il gesto (che pare essere abitudine diffusa tra i locali di Magaluf) è stato soprannominato mamading: mamada è il termine spagnolo utilizzato volgarmente proprio per indicare il sesso orale. 

MAGALUF, COLONIA BRITANNICA DEGLI ECCESSI - E così si torna a parlare di Magaluf, meta d’eccezione per il mercato turistico prettamente britannico nelle isole Baleari. Situata nel comune di Calviá, a sud ovest rispetto alla capitale Palma di Maiorca, Magaluf altro non è che un divertimentificio a (relativamente) basso costo e (indubbiamente) bassa qualità. Molto casino e nessun casinò, rumore 24/7 e alcool a fiumi. Dei negozietti e dei colori delle vie principali non frega a nessuno, dato che il giorno viene usato per recuperare le forze dopo le monumentali sbronze della sera prima. Il video seguente rende meglio l’idea su quello che succede tendenzialmente a Magaluf.

Auto dei residenti bloccate lungo la strada principale, da un fiume umano di giovani turisti non propriamente in condizioni di sobrietà. Le vetture per quasi 10 minuti non riescono ad andare oltre e finiscono anche per essere circondate, sbeffeggiate e sballottate. Qualcuno è costretto a fare retromarcia. Già 2 anni fa VICE aveva invece regalato un breve ma significativo ritratto di Magaluf in poche ed eloquenti foto. Eccessi, alcool e sesso in quantità industriale. Con tutti i problemi dell’industrializzazione del divertimento: tanta quantità, ma per la qualità magari è meglio puntare ad altro. O avere un target molto, molto basso.

IL VIDEO DEL SESSO ORALE IN DISCOTECA A MAGALUF (si consiglia la visione a un pubblico maggiorenne)

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews