VIDEO – Kenya, prosegue l’assedio al centro commerciale Westgate

westgate

Il centro commerciale Westgate di Nairobi (adnkronos.it)

Nairobi – Nuovi spari ed esplosioni stamani nel centro commerciale Westgate di Nairobi dove militanti di una organizzazione somala legata ad al Qaeda, il movimento al Shabaab, stanno tenendo da sabato 21 settembre numerose persone in ostaggio dopo averne uccise oltre 60. Dopo una notte tranquilla, questa mattina giornalisti della Reuters vicino al complesso Westgate hanno sentito raffiche di armi automatiche ed esplosioni soffocate. Secondo i testimoni presenti sul posto, alcun raffiche provenivano dall’esterno, e sarebbero state accompagnate da due forti esplosioni. «Autorizziamo i mujaheddin ad agire contro i prigionieri», ha detto il portavoce del gruppo, Sheikh Ali Mohamud Rage, in un comunicato pubblicato online.

Un funzionario della croce rossa del Kenya, Abbas Guled, ha detto che sembrano esserci scontri all’interno dell’edificio. Da parte delle autorità militari c’è il massimo riserbo, ma la Croce Rossa locale ha confermato che all’interno dell’edificio è in corso un’operazione delle forze di sicurezza keniote. Secondo le poche informazioni fornite alla stampa da un portavoce militare, «la maggior parte degli ostaggi sono stati liberati – circa mille – e le forze di sicurezza hanno preso il controllo di gran parte delle parti dell’edificio». Al momento i miliziani islamisti sarebbero barricati in un supermercato con un numero imprecisato di ostaggi.

Elijah Kamau, un testimone citato dai media britannici, ha raccontato che sabato, subito dopo l’irruzione nel centro commerciale, il commando di al Shabaab ha «lasciato andare i musulmani e aperto il fuoco contro i non-musulmani». Secondo altre testimonianze, chi tentava di uscire dal complesso è stato sottoposto a una sorta di test per provare la propria fede islamica, anche recitando preghiere musulmane. Le vittime dell’attacco, iniziato sabato all’ora di pranzo, aumentano di ora in ora: al momento il conto si è fermato a 68, dopo il ritrovamento di altri 9 corpi, e 175 feriti. Ma ci sono anche 49 dispersi, secondo la Croce rossa del Kenya, che cita fonti di polizia senza specificare se il numero sia quello delle persone bloccate o tenute in ostaggio. Il viceministro degli Esteri italiano Marta Dassù ha riferito che sono 13 i cittadini italiani coinvolti direttamente nell’attacco, «ora tutti in salvo».

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews