VIDEO Isis, la decapitazione di Peter Kassig e di altri ostaggi

Il video della decapitazione di Peter Kassig e di altri ostaggi da parte dell'Isis

peter kassig

IL VIDEO DELLA DECAPITAZIONE DI PETER KASSIG E DI ALTRI OSTAGGI E’ VISIBILE SU QUESTO LINK

+++ LA VISIONE E’ SCONSIGLIATA A UN PUBBLICO SENSIBILE +++

L’Isis ha decapitato l’ostaggio americano Peter Kassig mostrando quest’ultimo atto barbarico in un video diffuso sul web. Nel video, della durata di quindici minuti circa, ci sono immagini di propaganda che precedono la decapitazione di un gruppo di altri ostaggi prima di quella di Peter Kassig.

L’ORRORE – Il boia pare essere anche questa volta “John il jihadista”, nonostante filtrino notizie riguardo un suo ferimento durante i raid della Coalizione. Nel video il boia anticipa la decapitazione dell’ostaggio americano affermando: «Questo è Peter Edward Kassig, un cittadino americano del vostro Paese». Un video che montato ad arte, con ralenty al momento giusto per far aumentare la suspense, effetti sonori ad amplificare l’agonia delle vittime: l’assurdo del terrorismo ai tempi del web. Prima della decapitazione di Kassig il video mostra quella di un gruppo di altri ostaggi.

L’OSTAGGIO – Peter Kassig, ventiseienne americano, si era convertito all’Islam ed era nelle mani dei suoi rapitori dal primo ottobre scorso. Il giovane era in Siria in veste di operatore umanitario. Trasferitosi in Libano, aveva fondato la Special Emergency Response and Assistance, un’organizzazione no profit per l’assistenza medica in quella parte di mondo martoriata. In attesa dell’ufficialità della morte dell’americano, i genitori, Ed e Paula Kassig, hanno comunicato restano in attesa: «Siamo a conoscenza delle notizie che circolano sul nostro amato figlio e attendiamo la conferma del governo sull’autenticità di tali informazioni».

LA REAZIONE DI CAMERON – Tra le reazioni all’ennesimo orrore in video giunto dai sostenitori del Califfato, sentita e dura è stata quella di David Cameron: «Sono inorridito dall’assassinio a sangue freddo dell’ostaggio. L’isis ha mostrato ancora una volta la sua depravazione. I miei pensieri vanno alla famiglia». Aggiungendo poi che «è evidente che chi va in Siria e Iraq per condurre operazioni terroristiche si metta in una situazione di pericolo».

Gian Piero Bruno

@GianFou

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews