VIDEO GOL Europa League: figuraccia Napoli, impresa Udinese, Lazio a fatica

PSV Eindhoven 3 – Napoli 0 (guarda i gol)

Mazzarri si ripara invano dalla pioggia a Eindhoven: il suo Napoli ne ha prese 3 (Getty Images)

In Europa, quando metti in campo una squadra piena zeppa di riserve, alla fine finisci per pagare dazio. Il PSV batte 3-0 la squadra partenopea con gol di Lens, Mertens e Marcelo.

Corsi e ricorsi storici. Ci aveva già provato lo scorso anno Mazzarri e con esiti nemmeno troppo diversi da quelli di stasera: fare ricorso ad un “ampio turnover” (sarebbe più opportuna l’espressione “stravolgere l’11 titolare”) quando si giocano due partite giocate a distanza di pochi giorni. L’anno scorso la batosta arrivò in campionato dal Chievo, stasera è toccato al PSV Eindhoven passeggiare su  ciò che di poco c’era in campo di una squadra apparsa sgonfiata e svogliata.

Non che la squadra di Advocaat abbia fatto un gioco impossibile: uno spilungone davanti come Toivonen, un regista basso come Van Bommel (che avrà destato molti rimpianti nei tifosi milanisti) e tanta corsa sulle fasce. È stata proprio la freschezza atletica a fare la differenza rispetto ad un Napoli mai all’altezza.

La squadra di Mazzarri inizia discretamente bene ma poi gli olandesi iniziano ad imporre il loro gioco e farsi pericolosi davanti a Rosati. E’ il vice-De Sanctis a propiziare il gol del vantaggio, con un’uscita che nemmeno il Dida dei tempi peggiori. Purtroppo, però, non si tratta di un semplice campanello d’allarme, ma dell’inizio della resa: Fernandez si perde sempre l’uomo sui calci piazzati, Dossena viene sistematicamente superato in velocità, Vargas sembra essersi appena svegliato, Insigne è costantemente alla ricerca della giocata di classe nella serata in cui servirebbe di meno. Facile che il PSV segni altri due gol (che potenzialmente potevano essere almeno il doppio).

A nulla servono gli ingressi di Cavani, Pandev e Zuniga. Il Napoli sembra dipendere troppo dagli acuti dei suoi tre tenori e, se Mazzarri continuerà per coerenza a puntare sul turnover, bisognerà fare qualcosa sul piano del carattere.

Liverpool  2 – Udinese 3 (guarda i gol)

Completamente diverso l’atteggiamento dell’Udinese che schiera, invece, i suoi uomini migliori. Lo richiedono l’avversario ed il fascino dello stadio. Il primo tempo si chiude in parità:  a Shelvey risponde l’eterno Di Natale. Nella ripresa succede di tutto: l’autogol di Coates, la botta da fuori di Pasquale, la prodezza balistica di Suarez. L’Udinese salda solo in parte il proprio debito con la fortuna (dopo le immeritate uscite dalla Champions contro Arsenal e Braga) e comincia a togliersi qualche soddisfazione a livello europeo.

Lazio 1 – Maribor 0 (guarda i gol)

Soffre più del dovuto la Lazio per avere la meglio degli sloveni del Maribor, osso duro più di quanto dica la carta. Ederson al quarto d’ora della ripresa firma il sigillo che vale i 3 punti, Hernanes non riesce ad arrotondare perché si fa parare un tiro dal dischetto dal portiere avversario Handanovic. Cugino dell’interista che, a quanto pare, ha studiato bene dal parente prossimo.

Antonio Giordano 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews