VIDEO Femen choc a san Pietro: a seno nudo trafugano Gesù Bambino dal presepe

Femen, choc di Natale: assalto al presepe in piazza san Pietro a Roma. Il video della Femen a seno nudo che ruba Gesù bambino

Roma – Le Femen danno spettacolo anche nel giorno di Natale, assaltando il presepe di piazza San Pietro a Roma. Accade così che la mattina del 25 dicembre, durante la benedizione del Papa, una attivista femen a seno nuda corra insultando la Chiesa nel centro della cristianità, salga sul presepe e afferri la statuetta di Gesù Bambino e solo allora venga fermata dalla sicurezza vaticana, fatta rivestire e allontanata. Il tutto sotto gli occhi dei numerosi fedeli presenti, diversi dei quali hanno immortalato in video il momento.

DIO È DONNA – Al di là dell’evidente insensatezza dell’affermazione – a livello teologico, quantomeno – questo è il messaggio lanciato dalla giovane ragazza a seno nudo. “God is woman” era ciò che la donna aveva scritto sul corpo e che ha mostrato a tutto il mondo, insieme al suo seno nudo, marchio di fabbrica delle Femen. Anche a Natale, quindi, le Femen si fanno sentire, attaccando uno dei loro bersagli preferiti di questa seconda fase pubblica e internazionale.

video-femen-seno-nudo-piazza-san-pietro-roma-gesù-bambino

La Femen all’opera in san Pietro: ruba Gesù Bambino dal presepe davanti agli occhi attoniti della folla (frame video ruptly.tv)

FEMEN: LA GENESI – Il movimento femminista delle Femen, infatti, è nato in Ucraina nel 2008, soprattutto per lottare contro le condizioni di vita femminili nel loro paese di origine, afflitto anche dal turismo sessuale. Fin da subito il movimento si è contraddistinto dall’adozione del topless per attirare l’attenzione del pubblico e dei media: il corpo della donna è così diventato uno strumento di lotta per la liberazione della donna stessa, almeno nel programma delle Femen. Perseguitate in Ucraina, le attiviste hanno iniziato a compiere iniziative anche all’esterno del loro paese; a causa dell’attività antigovernative, alcune Femen, tra cui la fondatrice Hanna Hucol, hanno dovuto rifugiarsi all’estero.

FEMEN E CHIESA – Anche la Chiesa cattolica è stata uno dei bersagli della Femen; l’organizzazione femminista ha aggredito le istituzioni religiose per la loro visione ristretta della donna e della femminilità, oltre che per la considerazione peccaminosa che avrebbero dell’universo femminile. Tra i loro bersagli, nello specifico, anche il Papa, prima Benedetto XVI, poi Francesco; le manifestanti non hanno mai esitato a compiere anche atti palesemente blasfemi, come accaduto di recente sia in piazza san Pietro a Roma, quando tre attiviste Femen si sono esibite in atti osceni utilizzando un crocifisso, sia nella cattedrale francese di Notre Dame de Paris.

 

IL VIDEO DELL’ATTIVISTA DELLE FEMEN CHE RUBA A STATUA DI GESÙ BAMBINO DAL PRESEPE

CLICCA QUI PER IL VIDEO COMPLETO DELL’INCURSIONE A SENO NUDO DELLE FEMEN NEL PRESEPE DI PIAZZA SAN PIETRO

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews