VIDEO Expo 2015, Renzi a Maroni: “Sei un chiagn’ e fotti”

Bizzarro scambio di battute tra Renzi e Maroni, catturato in un video dai giornalisti presenti alla visita del premier ai cantieri dell'Expo 2015

renziUn confronto cordiale, un botta e risposta di pochi secondi, il cui video però ha già conquistato la rete. Il premier Matteo Renzi, oggi in visita ufficiale al cantiere dell’Expo 2015, viene avvicinato da Roberto Maroni, che gli chiede lumi sui fondi che la Regione Lombardia ha chiesto al governo per finanziare le infrastrutture regionali collegate all’Esposizione Universale. Renzi, tutt’altro che turbato dalle osservazioni, risponde in maniera divertita. «Ma dai, sei pieno di quattrini. È pieno di soldi – dice rivolgendosi alle persone intorno a loro – è un “chiagn’ e fotte”». Ai giornalisti che poi chiedono ai due di girarsi per una foto, Renzi risponde: «una foto? no, sono il Matteo sbagliato, non roviniamo la carriera di Maroni».

LA VISITA DI RENZI – Il premier si è recato nella mattinata di oggi al cantiere di Expo a Milano per visitare i progressi fatti dai lavori da agosto. «Rivederlo dopo sei mesi – ha dichiarato ai giornalisti presenti – è un tuffo al cuore. Questo è il rush finale e facciamo vedere di cosa è capace l’Italia». Secondo Renzi, con l’Expo «dobbiamo presentare l’Italia come terra che non ha solo un passato ma ha anche un futuro. È una sfida».

LE PREOCCUPAZIONE DEGLI OPERAI – Entusiasmo a parte, Renzi ha potuto toccare con mano le perplessità degli operai che da mesi prestano lavoro per la realizzazione dell’Expo, preoccupati per la mancanza di certezze sul loro futuro. «Non so dove andrò a lavorare dopo Expo – ha dichiarato uno dei lavoratori che, divisi in tre turni giornalieri stanno costruendo i padiglioni. Speriamo di trovare lavoro in altri cantieri di infrastrutture». Dubbi chiariti, per ora solamente a parole, dal premier, che si è dichiarato «ottimista sul futuro del settore delle infrastrutture», che, almeno in Lombardia potrebbe conoscere nuovo slancio con la costruzione della “Città della Salute“, sul cui appalto però, concesso a Infrastrutture Lombarde, le indagini dei pm stanno rivelando una questione tutt’altro che limpida.

 

Carlo Perigli
@c_perigli

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews