VIDEO Coppa Italia, l’assalto al pullman dei tifosi della Fiorentina

Nuovo video dall'orrore della finale di Coppa Italia: un pullman di tifosi della Fiorentina assediato ed assaltato

video-assalto-pullman-tifosi-fiorentina-coppa-italia

Un momento dell’assedio al pullman dei tifosi della Fiorentina (frame video YouTube)

L’orrore dopo la finale di Coppa Italia di Genny ‘a Carogna e Gastone non finisce più. L’Italia riscopre il calcio picchiato e non giocato giorno dopo giorno: stavolta è il turno di un nuovo video di un assalto ad un pullman dei tifosi della Fiorentina lungo la strada per lo stadio Olimpico. Il video, pubblicato dall’utente YouTube Marco Tassini, ha scatenato l’ennesimo violento dibattito tra i commenti.

L’ASSALTO - Un pullman di tifosi della viola sembra sbagliare strada lungo il cammino verso lo stadio Olimpico. Si infila in una stradina a senso unico (a partire dal minuto 3.10) mentre alle spalle del mezzo scoppiano bombe carta e si vede passare un blindato della polizia. In pochi secondi un gruppo di ultras in fuga, che l’utente indica come tifosi del Napoli, si accorge del pullman con i vessilli della Fiorentina e inizia a rincorrerlo. Il traffico facilita il compito e in men che non si dica iniziano a piovere sassi e colpi di bastone sui vetri e sulle fiancate nel mezzo.

Le voci nel pullman si fanno concitate. A bordo ci sono ragazzi e ragazze che inizialmente riprendono tutto col telefonino, poi si riparano abbassando la testa per il timore che i vetri del bus non resistano alla violenza dei vandali. Nel video non si vedono sciarpe, bandiere o segni di riconoscimento espliciti che possano identificare gli assalitori come ultras del Napoli, tanto che qualcuno ha ipotizzato che si potesse trattare anche di un gruppo di tifosi romanisti, fazione che nutre accese rivalità sia con i viola che con i partenopei.

QUEL CHE RESTA DEL CALCIO IN ITALIA - L’assedio dura 3 lunghissimi minuti, con i tifosi della Fiorentina terrorizzati, rintanati all’interno del pullman e bloccati nel traffico. Si sentono scoppiare petardi attorno al mezzo e sul finire dell’assedio si vede come siano stati divelti pezzi di segnaletica stradale, lanciati con violenza per cercare di sfondare i vetri del pullman. Il colore della “tifoseria” autrice del gesto, in verità, importa poco. Quel che conta è che l’Italia continua a scoprire giorno dopo giorno la vergogna e la violenza che si cela nei minuti precedenti ad una partita di calcio, spesso al riparo dagli occhi vigili delle telecamere. Filmati come questo e notizie di assedi, scontri, sparatorie, non si possono più ignorare. Non si può restare passivamente ad aspettare il nostro Heysel, dentro o fuori da uno stadio.

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews