VIDEO CHOC Isis, ostaggi curdi chiusi in gabbia e minacciati di morte

Il nuovo video diffuso dall'Isis (blitzquotidiano.it)

Il nuovo video diffuso dall’Isis (blitzquotidiano.it)

Kirkuk, Iraq - L’orrore continua… L’Isis ha pubblicato sul web, nella serata di sabato 21 febbraio, un nuovo terrificante video che mostra le violenze e le ripercussioni subite da un gruppo di curdi presi in ostaggio.

RINCHIUSI IN GABBIA - Nel video diffuso dall’Isis gli ostaggi curdi sono rinchiusi in delle grandi gabbie e trasportati a bordo di pick-up in una sorta di “sfilata dell’orrore” attraverso le strade della provincia di Kirkuk, riempite da folle di osannanti sostenitori dello Stato Islamico, rigorosamente vestiti dell’ormai riconoscibile tuta arancione e con la bandiera nera che sventola sul loro capo. Dopo la lunga “parata”, le vittime sono state fatte inginocchiare per fare da contorno al messaggio e alle minacce degli uomini armati, che compaiono armati, alle loro spalle rigorosamente vestiti di nero
Non è ancora chiara quale sia la sorte del gruppo di curdi prigionieri dell’Isis, anche se dal video si evincono chiaramente le minacce di morte e di decapitazione, viste le numerose esecuzioni riprese e diffuse online dal gruppo di combattenti, il destino degli uomini sembra essere drammaticamente segnato.

SIMILITUDINI CON LA MORTE DEL PILOTA GIORDANO - I peshmerga rinchiusi nelle gabbie ricordano con molta precisione delle immagini diffuse dall’Isis qualche giorno fa e, quindi, si presume che la situazione sia la stessa, sottoposta al web prima in versione fotografica poi tramite immagini video, la cui autenticità è stata riconfermata da SITE, la società che si occupa del controllo del materiale diffuso e pubblicato online dai jihadisti. Inoltre le gabbie ricordano atrocemente la stessa utilizzata nel video che riprendeva la brutale uccisione di Muath al Kasasbeh, il pilota giordano bruciato vivo proprio rinchiuso in una di queste prigioni.
Il video diffuso dall’Isis sembra così essere l’ennesimo avvertimento e il preambolo di una nuova esecuzione di massa, ma le immagini forti si interrompono prima di conoscere la sorte dei prigionieri curdi.

Alessia Telesca

foto: blitzquotidiano.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews