VIDEO – Brasile, strage in discoteca: almeno 245 morti per un incendio

Tragedia in Brasile per un incendio in una discoteca, 245 i morti

San Paolo – Tragedia in Brasile, dove stanotte un incendio di vaste proporzioni scoppiato in un locale notturno a Santa Maria, nello stato brasiliano del Rio Grande do Sul, ha causato almeno 245 morti e più di 200 feriti, la maggior parte giovanissimi.

L’incidente è avvenuto alle 2.00 del mattino (le 5.00 in Italia) al Nightclub Kiss, nel centro della città di Santa Maria, a 260 chilometri da Porto Alegre. Al Kiss era in programma l’esibizione di due gruppi musicali locali – Pimenta e Seus Comparsas e Gurizada Fandangueira – ed un’esibizione pirotecnica, che sarebbe stata la causa della carneficina. Secondo le prime ricostruzioni della polizia locale, infatti, un bengala sparato durante lo spettacolo con fuochi d’artificio ha colpito il soffitto della discoteca, appiccando le fiamme a un materiale di plastica usato per l’isolamento acustico.

Secondo alcun stime, erano presenti 2000 persone nel locale al momento dell’incendio. Con il sopraggiungere delle fiamme si è creato il panico e la conseguente fuga disperata verso l’esterno. I ragazzi sono morti asfissiati o calpestati dalla folla che tentava di uscire. Il numero delle vittime accertate è per ora di 245, ma potrebbe anche salire. Le fiamme, violentissime, sono state domate dai vigili del fuoco solo dopo tre ore: secondo la stampa, il locale aveva solo un ingresso ed i pompieri hanno dovuto aprire buchi nelle pareti per poter intervenire.

Le prime foto della tragedia, riprese con cellulari, mostrano immagini forti e scioccanti di corpi di giovani stesi per terra dai pompieri fuori dalla discoteca. I morti e le decine di feriti sono stati portati nel Centro Sportivo Municipale, dove è stato allestito un obitorio di emergenza, e vari ospedali di Santa Maria.

Una tragedia che ricorda in tutto e per tutto quella avvenuta a Buenos Aires nella notte del 30 dicembre 2004, nella discoteca Cromañón. In quel caso morirono 194 ragazzi e ragazze. Il filo conduttore di entrambe le tragedie restano dunque le precarie condizioni di sicurezza nelle discoteche sudamericane, dove i controlli delle autorità sono spesso inesistenti e i fuochi d’artificio continuano ad entrare, nonostante le pareti dei locali dove si esibiscono le band di rock siano quasi sempre ricoperte di materiali altamente infiammabili a cominciare dai pannelli del micidiale poliuretano.

IL VIDEO SHOCK DELLA TRAGEDIA

Davide Lopez
@davidelopez1986 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews