VIDEO Banksy e il calcio: gli ‘infortuni d’artista’ da ridere

Neanche Banksy resiste al fascino del calcio, e lo fa capire con un video sugli infortuni e i soccorsi in campo. Decisamente a modo suo...

Non solo street writing: il misterioso Banksy, artista e writer inglese che secondo il The mail on Sunday risponderebbe al nome di Robin Gunningham, ogni tanto si concede qualche incursione meno artistica ma ugualmente ironica. Lo fa oggi con un video sul calcio, pubblicato sul suo canale YouTube, il cui seguito (11 mila iscritti) non è sicuramente paragonabile agli oltre 3 milioni di fan della pagina Facebook.

banksy-video-calcio-infortuni

Un frame del video di Banksy

INFORTUNI DA RIDERE - Ovviamente un video alla Banksy, seraficamente intitolato Now it’s all over, here’s something we prepared earlier,ossia Adesso che è tutto finito, ecco qualcosa che abbiamo preparato precedentemente. “Tutto è finito” sui riferisce ovviamente ai mondiali di calcio Brasile 2014, e di calcio Bansky “parla” con il video, che raccoglie comicamente una serie di celebri interventi in campo di barellieri più o meno improvvisati, che si trasformano in risate per gli spettatori ed improperi per il calciatore infortunato.

Il sottofondo della celebre esecuzione orchestrale di O Fortuna dei Carmina Burana conferisce un tono ironicamente sacrale alle immagini del video, in cui i calciatori infortunati, su campi più o meno blasonati, finiscono per essere maltrattati più dai barellieri che dagli avversari. Strapazzati da assistenti sanitari che vanno in direzioni opposte, schiantati pesantemente al suolo da barelle che si sfondano, trasportati su porte in legno improvvisate come lettighe di emergenza, oppure travolti da inattesi tackle dei massaggiatori. Un minuto e mezzo tragicomico, in cui la comicità del soccorso diventa arte secondo Banksy, che entra entra a sua volta a gamba tesa nel mondo del calcio.

banksy-calcio-facebook

Banksy e il calcio: allegorie tra mondiali in Brasile e conflitto sulla Striscia di Gaza (Facebook Banksy)

BANKSY E IL CALCIO: IRONIA, GAZA E DIRITTI D’AUTORE - In verità un paio di riferimenti calcistici c’erano già stati poche ore prima, entrambi nel giorno della finale Germania – Argentina. Quasi inevitabilmente, Banksy ha ricollegato la partita di calcio al conflitto lungo la Striscia di Gaza, con l’immagine di un gruppo di guerriglieri che gioca a calcio con un pallone immaginario, mentre degli elicotteri si stagliano in lontananza su uno sfondo rosa.

Poche ore prima, aveva invece pubblicato sempre su Facebook la foto di un bambino che rompe un vetro giocando a pallone. Ma il pallone in questione è la c cerchiata simbolo del copyright, ©, quel diritto d’autore che molti violano spesso facendo proprie a scopi commerciali le opera di Banksy riproducendole su magliette o sradicandole dalle proprie sedi originari per portarle in spazi espositivi ad hoc.

Poteva forse Banksy, originario di quell’Inghilterra che è di fatto la culla del calcio moderno, esimersi da una considerazione a suo modo sullo sport attorno al quale tutto è ruotato nell’ultimo mese?

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews