VIDEO Animali maltrattati e brutalmente uccisi in una fattoria inglese

Scene dell’orrore, brutalità, animali maltrattati e barbaramente uccisi è lo scenario che ha trovato un investigatore della Hillside Animal Sanctuary in una fattoria dello Staffordshire.

VIOLENZA E INAUDITA BRUTALITÀ - L’investigatore della Hillside Animal Sanctuary per mesi ha svolto un’indagine sotto copertura presso il mattatoio di Staffordshire, per accertarsi delle condizioni degli animali e per assicurarsi che gli allevatori seguissero tutte le norme previste dalla legge e dai regolamenti statali ed internazionali per evitare maltrattamenti e atroci dolori agli animali.
Lo scenario che si è trovato di fronte però, come testimoniato dal video e dalle numerose foto che ha scattato, è stato però surreale e indescrivibilmente atroce: maiali, mucche e pecore sbattute a terra con violenza, prese a calci, appese a testa in giù e ammazzate senza seguire le rigorose regolamentazioni che prevedono un adeguato stordimento degli animali affinché questi non soffrano.

(fonte: mirror.co.uk)

(fonte: mirror.co.uk)

VOCI STRAZIANTI - Le immagini strazianti sono state catturate in più di sei mesi di indagine da parte della Hillside Animal Sanctuary, che ha posizionato delle telecamere nascoste nel mattatoio S. Bagshaw and Sons: come mostra il video, angosciante a partire dalle voci dilaniate degli animali maltrattati, i lavoratori prendono ripetutamente a calci un maiale, per poi sbatterlo a terra e colpirlo con il cancello di metallo, dopo aver cercato di ammazzarlo con un colpo di pistola; si vede così l’animale urlare e barcollare di dolore, in fin di vita, fino al colpo di grazia sferratogli da uno degli uomini.
Nel video si vedono inoltre maltrattamenti nei confronti delle pecore, anch’esse picchiate e sbattute a terra, prese per le zampe, sanguinanti e agonizzanti, che lottano inutilmente per la loro sopravvivenza, e delle mucche appese a testa in giù, che muggiscono anche dopo il taglio della gola.

(fonte: mirror.co.uk)

(fonte: mirror.co.uk)

NESSUN RISPETTO PER IL DOLORE - L’investigatore della Hillside Animal Sanctuary ha raccontato di aver iniziato la sua ricerca dopo una segnalazione anonima che raccontava come nel mattatoio di S. Bagshaw and Sons le cose non avvenissero esattamente secondo legge e le sofferenze inflitte agli animali maltrattati fossero costanti e brutali; l’indagine è partita così ad agosto e l’esito è stato incredibile e assolutamente sconvolgente. Egli continua affermando come il trattamento nei confronti degli animali fosse davvero barbaro e cattivo, come se gli uomini provassero un piacere sadico nell’uccidere maiali, mucche e pecore, senza alcun tipo di rispetto per il dolore.
Ciò che, a livello legale, si imputa al mattatoio, che per ogni animalista è luogo di crudeltà e sofferenza per eccellenza (anche in caso di rispetto delle normative), è la mancata osservazione dei regolamenti che chiedono un corretto stordimento degli animali prima della macellazione, così da evitare terrore e sofferenza poiché è contro la legge causare un dolore evitabile ad un animale.

Alessia Telesca

foto: mirror.co.uk

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews