VIDEO – Amanda Todd si suicida a 15 anni: su youtube la richiesta d’aiuto

Il video denuncia di Amanda Todd (notizieshock.it)

Vancouver - Amanda Todd, una ragazzina canadese di 15 anni, si è suicidata dopo che la sua vita era diventata un inferno a causa delle violenze psicologiche subite da un “bullo della rete”, col quale aveva intrapreso un rapporto speciale, anche se solo virtuale.

Amanda aveva conosciuto su Facebook un ragazzo e, cedendo alle sue lusinghe, gli aveva inviato delle foto a seno nudo. Poco dopo però, lui ha iniziato a minacciarla di diffondere sul web le immagini di lei in topless, se non avesse accettato di esibirsi in uno spettacolino hard. Dopo il rifiuto, dalle minacce è passato ai fatti, e le foto sono finite sul social network, visibili da chiunque.

Da quel momento la vita della ragazzina subisce un tracollo: i genitori le fanno cambiare scuola e città, ma lei non riesce a riprendersi dal terribile episodio. Il 7 settembre lancia un disperato sos attraverso un video su YouTube, una serie di cartelli scritti a mano nei quali racconta la sua storia e chiede di essere lasciata in pace.

Il disperato tentativo non incontra però l’attenzione necessaria e Amanda finisce in una spirale fatta di ansie, attacchi di panico, depressione, alcool e droghe. Dopo il trasferimento a Coquitlam la giovane canadese conosce un altro uomo con cui inizia a flirtare, ma presto si scoprirà già fidanzato e la partner di lui, scoperta la relazione, la raggiunge fuori da scuola per picchiarla.

Amanda non regge all’ennesimo sopruso, non riesce a darsi pace e decide di farla finita. A soli 15 anni.

Il video della disperata richiesta d’aiuto diffuso su youtube 

 

Davide Lopez

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a VIDEO – Amanda Todd si suicida a 15 anni: su youtube la richiesta d’aiuto

  1. avatar
    Ragazza40 14/10/2012 a 13:02

    E ‘un peccato che questi casi si verificano. I genitori dovrebbero agire. Il mio compagno e ho installato un sassreport software gratuito, attraverso il quale si vede l’attività di nostra figlia sui social network e in modo da poter prevenire e rilevare qualsiasi tipo di cyberbullismo. Vi lascio il link dove ho trovato http://www.sassreport.com

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews