Ventimiglia: la bambina che regala caramelle e sorrisi ai migranti

Dopo le tensioni tra Francia e Italia, il gesto di questa bambina commuove tutti: regala caramelle e sorrisi ai migranti alla frontiera di Ventimiglia

La bambina che offre caramelle e sorrisi ai migranti (www.thesocialpost.it)

La bambina che offre caramelle e sorrisi ai migranti (www.thesocialpost.it)

VENTIMIGLIA – Dopo le foto diffuse online che riprendono la polizia mentre mette le mani addosso ai migranti bloccati a Ventimiglia, che hanno cercato in qualche modo di opporre resistenza a quello sgombero non proprio civile e di cui non si capisce la violenza, né si capisce il fiume di polemiche che arriva dalla Francia, paese nostro vicino di casa ma poco collaborativo e amichevole, che oggi ha nuovamente dichiarato guerra all’Italia a colpi di Nutella attraverso il suo ministro dell’Ecologia, dopo tutto questo malessere e tutto questo malumore, dopo le liti tra politici nostrani e d’oltralpe, ecco che a far tornare il sorriso sui volti della gente ci pensa una bambina che regala le sue caramelle ai migranti bloccati alla frontiera.

 

LA BAMBINA CHE REGALA SORRISI – Questa bambina, non sappiamo se italiana o francese, ha aperto la sua scatola di caramelle e ha cominciato a fermarsi davanti ad ogni profugo regalandogli una caramella ed un sorriso. Sì, perché ognuno dei migranti, quando vedeva appoggiarsi sulla propria mano quella delizia di zucchero colorata, non poteva fare a meno di sorridere, un po’ per la caramella in sé e un po’ per la bambina che gliele regalava. Jan Pellissier, inviato per l’agenzia di stampa LaPresse, che si trova proprio alla frontiera ligure per seguire passo passo la vicenda dei migranti, ha postato la foto della bambina che regala sorrisi con queste parole: «La nuova Europa è questa bambina che regala le sue caramelle ai migranti alla frontiera». E noi siamo d’accordo con lui: dopotutto è proprio vero che sono sempre i bambini a dare lezioni di vita fondamentali agli adulti.

Non sappiamo esattamente cosa avrà pensato quella bambina mentre regalava caramelle e sorrisi: possiamo solo supporre che i genitori le abbiano raccontato la storia dei migranti, del loro lungo viaggio per raggiungere le famiglie, e di come questo viaggio si sia interrotto su quegli scogli. Possiamo solo immaginare che la bambina, senza ricevere alcun ordine, si sia spinta fino ai migranti compiendo un gesto così semplice quanto speciale: offrire le sue caramelle per dimostrare loro solidarietà.

Mariangela Campo

@MariCampo81

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews