Vendola nudo in prima pagina: le foto de “Il Giornale”

La foto pubblicata dal Giornale

Non si capisce perchè, ma la sensazione che si prova davanti allo scoop del «Giornale», fa pensare in qualche modo alla «macchina del fango» di cui parla Roberto Saviano: come dire, siamo tutti peccatori, siamo tutti uguali, nel bene e, soprattutto, nel male.

Sulla prima pagine del quotidiano di Paolo Berlusconi il governatore della Puglia appare nudo, in compagnia di altri due uomini. La fato è sgranata al punto che si stenta a riconoscere i volti…e poi risale a 30 anni fa, esattamente al 1979.

Il leader di Sinistra e Libertà era sulla spiaggia nudista di Capo Rizzuto, in Calabria: non si comprende quindi che razza di scandalo speri di sollevare Sallusti. Oddio, un uomo nudo su una spiaggia nudisti! Sarebbe come dire che c’è un ciellino, a Rimini, rigorosamente in costume, nel giorni del meeting di Comunione e Liberazione!

Non è la prima volta che la macchina del fango per immagini colpisce Vendola: tempo fa venne usata una foto che lo ritraeva, durante un gay pride, accanto ad un manifestante che agitava la lingua quasi sfiorandogli la guancia. Anche in quel caso, come a Capo Rizzuto, si poteva parlare di triangolo: c’era infatti anche Pecoraro Scanio.  

La foto di Vendola e Pecoraro Scanio

Redazione

FOTO via: http://puglialive.net; www.corrieredelmazzogiorno.it; http://braccobaldofansclub.ilcannocchiale.it

 

 

 

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

4 Risponde a Vendola nudo in prima pagina: le foto de “Il Giornale”

  1. avatar
    Nicola Gilardi 14/02/2011 a 20:29

    Poi si chiedono la differenza fra macchina del fango e inchiesta… beh eccola qua!

    Rispondi
    • avatar
      Chantal Cresta 15/02/2011 a 10:00

      Insomma, un po’ come Il Fatto quotidiano che sbatte in prima pagina dei disegni del premier nudo circondato da procaci signorine al posto delle famose foto “pistole fumanti” mai trovate…In fatto di fango mi pare che se la cavino tutti.

      Rispondi
  2. avatar
    Laura Dabbene 15/02/2011 a 15:35

    Già…ma perchè riesumare foto di tre decenni fa? Le vignette del Fatto (che non ho visto) ritengo siano più una forma di satira, come Vauro ad Annozero, come Pasquina (nel suo piccolo) per noi di Wakeupnews. Qui la cosa mi pare molto diversa, più vicina al famoso bacio di Ilda Boccassini ad un “terrorista” negli anni ’80. Nella mia personale opinione non credo affatto che la satira faccia parte del sistema della macchina del fango, la foto del Giornale invece mi sembra pericolosamente vicina…quasi impantanata.

    Rispondi
  3. avatar
    Chantal Cresta 17/02/2011 a 18:24

    E no. Un momento. Qui si dimenticano alcuni particolari.
    Quelle vignette sono state pubblicate il giorno dopo che dalle fonti ufficiose della Procura era trapelato che gli inquirenti erano in possesso di foto scabrose. Cosa non vera. Ma intanto la notizia era stata data e tutti erano sull’attenti in attesa che anche questa bomba esplodesse.
    Quando ci si è resi conto che le foto erano (almeno per il momento) solo un’invenzione ecco che il Fatto ha sfornato delle vignette. Che, per altro, non erano dei fumetti (come quelli di Vauro). Erano disegni dal tratto fotografico. Lasciavano intendere che fossero copia ritrattiva di foto.
    Se il Fatto avesse voluto fare satira l’avrebbe fatta e l’avrebbe fatta bene. Come la fa Libero, d’altronde, quando mette in prima pagina le vignette di Benny. Ma lo scopo non era la comica era l’allusione forzata. Detto questo, ti do ragione: perché pubblicare disegnini osè e immagini di 30 anni fa? Non so, però, ripeto: in materia di fango nessuno ha da insegnare nulla a nessuno.
    Inoltre, perché ogni volta che si parla della destra viene fuori “la censura”?…In questo paese tutti pubblicano e dicono quello che gli pare. E i casi riportati sopra lo dimostrano. Che c’entra la censura?

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews