Velocità eccessiva causa strage ferroviaria: sale bilancio vittime

Il treno spagnolo ad alta velocità deragliato ieri (www.internazionale.it)

Il treno spagnolo ad alta velocità deragliato ieri (www.internazionale.it)

Santiago de Compostela – L’incredibile deragliamento del treno a due passi dalla stazione di Santiago de Compostela, avvenuto ieri sera intorno alle 20.42 circa, che ha provocato la morte di 78 persone e il ferimento di altre 150 persone circa, sarebbe avvenuto per l’eccessiva velocità. Dai primi rilievi tecnici, infatti, pare che il sistema di allarme avrebbe segnalato, attraverso un dispositivo visivo e uno acustico, l’eccessiva velocità del treno nella curva in cui è avvenuto l’incidente. Il macchinista, Francisco José Garzòn Amo, ricoverato in stato di arresto nell’ospedale di Santiago avrebbe ammesso che il treno andava a 190 km orari anche ai due poliziotti che fanno la guardia davanti alla sua stanza d’ospedale.

Questo, per la Spagna, è l’incidente più grave della storia ferroviaria moderna per quanto riguarda l’AVE, l’alta velocità spagnola: l’unico incidente paragonabile risale agli anni ’80, quando il deragliamento di un treno in viaggio fra Madrid e Valencia provocò la morte di ventisette persone. Qualcuno dei passeggeri superstiti ammette di aver  pensato, durante il terribile incidente, agli attentati terroristici della strage di Madrid del marzo 2004, durante i quali morirono ben centonovantuno persone. Queste le parole di Ricardo Montesco, uno dei superstiti del treno ad alta velocità deragliato ieri: «Un sacco di gente è finita schiacciata sul fondo. Cercavo di districarmi con altri tra le lamiere, mentre il nostro vagone bruciava. Ho visto molti cadaveri».

Tra i circa duecento passeggeri del treno pare ci fosse un italiano, secondo quanto riferiscono fonti galiziane. È un 25enne originario della Sicilia ma residente in Germania con i genitori la presunta vittima italiana, tuttavia manca una conferma ufficiale, così come sembra non essere ufficiale il numero delle vittime né quello dei feriti. Intanto oggi, in Spagna, è il primo dei tre giorni di lutto nazionale. Delle vittime, ancora molte non sono state identificate e gli investigatori galiziani dichiarano che per poter fissare la data dei funerali delle vittime potrebbero passare ancora 24 ore. Il premier Mariano Rajoy, che stamattina è arrivato a Santiago, nella stesura della nota di cordoglio per le vittime del deragliamento, ha compiuto una terribile gaffe, copiaincollando alcune frasi prese dal messaggio per le vittime del terremoto avvenuto in Cina.

Mariangela Campo

Foto: www.tg24.sky.it; www.internazionale.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews