Vatileaks: diffuso meccanismo di condanna di Gabriele

Paolo Gabriele Papa Benedetto XVI

Paolo Gabriele e Papa Benedetto XVI

Roma – Il tribunale vaticano ha condannato paolo Gabriele a diciotto mesi di reclusione con le attenuanti, ritenendolo colpevole di furto di documenti riservati dal Papa. Questo secondo la sentenza di condanna resa nota oggi dalla Sala stampa della Santa Sede.

Padre Federico Lombardi, portavoce della Santa Sede, ha tuttavia spiegato che potrebbe sempre giungere la grazia da Benedetto XVI, in caso contrario la pena verrebbe scontata  in Vaticano e non in Italia, nelle celle «attrezzate nella caserma della gendarmeria, che si trova dietro l’Osservatore Roman » ha spiegato padre Lombardi.

La prima udienza del secondo processo – quello a carico di Claudio Sciarpelletti, tecnico informatico della Segreteria di Stato relativo alla fuga di documenti riservati – si terrà il prossimo 5 novembre.

Gabriele, quindi, non ha ottenuto la sospensione della pena essendo la condanna a diciotto mesi. L’accertata colpevolezza ha poi portato i giudici a condannarlo anche al rifacimento delle spese processuali per mille euro.

Respintala richiesta di condanna all’interdizione perpetua dai pubblici uffici, ma resta la possibilità che si prosegua l’istruttoria per altri capi d’imputazione.

Secondo quanto emerso durante il processo Gabriele non avrebbe ricevuto alcun vantaggio economico, ma un profitto morale e intellettuale, infatti si legge: «Il dolo specifico, nel furto è rappresentato dal fine di trarre profitto per sé o per altri, ma, ai fini della consumazione del reato, d’altra parte, non è di per sé necessario che il profitto sia di fatto conseguito, ma è sufficiente l’intenzionalità».

 Francesca Penza

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews