Vacanze sì ma in nero. Boom di affitti irregolari

Il periodo di vacanze 2015 fa segnare un tetto record di affitti in nero un po’ in tutta Italia. Roma, poi, è un caso a parte

Le vacanze estive italiane fanno segnare un altro record: gli affitti in nero (gonews.it)

Le vacanze estive italiane fanno segnare un altro record: gli affitti in nero (gonews.it)

Avete lavorato tutto l’anno e sentite l’estremo bisogno di un po’ di vacanze tranquille? Spesso e volentieri basta una semplice email per fare tutto e subito senza pensarci più e chiudere l’accordo. Il problema, però, giunge nel momento in cui, effettuando il pagamento, ci si accorge che non c’è niente da firmare perché è tutto in nero anche in accordi che prevedono il versamento di qualche migliaio di euro. Ecco il motivo per cui il risultato di una interessante indagine svolta da Adnkronos – in collaborazione con vari network immobiliari sparsi sul territorio nazionale – conferma che almeno la metà degli affitti estivi, tanto al mare quanto in montagna o nelle città storiche, sono assolutamente irregolari.

quasi la metà delle case in affitto nel periodo estivo non ha avuto regolare contratto (motorlife.it)

quasi la metà delle case in affitto nel periodo estivo non ha avuto regolare contratto (motorlife.it)

DATI ALLA MANO – Analizzando i dati ottenuti dalle indagini in pieno periodo di vacanze, la Campania risulta al primo posto in questa tutt’altro che rassicurante classifica. Proprio in Campania, infatti, si è registrato il 65% di affitti (cioè tre case su quattro) stipulati in nero, ovvero senza alcun contratto. Seguono la Sicilia (60%), la Liguria (58%), il Lazio (55%) con Roma che arriva a toccare nientemeno che l’80% di affitti in nero per vacanze estive, la Sardegna (50%) e la Toscana (45%). Non si salvano neanche Trentino e Val d’Aosta (rispettivamente 30% e 15%).

META’ NERO – Tutti questi dati confermano aritmeticamente quanto appuntato dalla Guardia di Finanza durante i controlli nel periodo estivo. Fino al 13 agosto, infatti, sono stati eseguiti ben 500 interventi per contrastare l’affitto di case in nero a scopo vacanze, L’attenzione si è concentrata prevalentemente su seconde e terze case fittate irregolarmente nelle maggiori località di villeggiatura. Il numero di violazioni ha raggiunto addirittura la metà dei casi ispezionati. I controlli delle Fiamme Gialle, con rispettivi controlli fiscali, sono partiti principalmente dagli annunci riscontrati via internet.

Nello specifico, analizzare il tasso di affitti in nero a Roma vuol dire strapparsi i capelli (romacapitalnews.com)

Nello specifico, analizzare il tasso di affitti in nero a Roma vuol dire strapparsi i capelli (romacapitalnews.com)

ROMA CASO A PARTE –  Un caso a parte – c’è da dirlo – riguarda le rilevazioni effettuate sul territorio capitolino. Analizzando gli affitti estivi sulla città di Roma, infatti, il livello di evasione è risultato altissimo: gli affitti di quattro case su cinque non prevede regolare contratto. Traducendo in numeri, stiamo parlando di circa 4.000 case per 36.000 posti letto ceduti irregolarmente. L’evasione si rende ancora più evidente se si va a controllare il mancato incasso in termini di tasse di soggiorno, ulteriore evasione che costa al comune di Roma almeno 40 milioni di euro. Ad essere danneggiati, ovviamente, sono anche alberghi e bed & breakfast che hanno scelto, invece, di fare le cose a norma di legge.

Foto:  romacapitalnews.com / motorlife.it / gonews.it

Stefano Gallone

@SteGallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews