Usa – Coppia obbligava le figlie a girare film porno

coppia usa figlio porno prev - tgcom24 mediaset it

Ronnie Lee McCall e sua moglie Connie (foto via: tgcom24.mediaset.it)

Tennessee – Una storia orribile proveniente dal sud degli Stati Uniti, precisamente da Johnson City, nel Tennessee: una coppia obbligava le proprie quattro figlie a girare dei film porno e le costringeva a vivere in condizioni igieniche disastrose. Ronnie Lee McCall, 61 anni, e Connie McCall, 40 anni, hanno costretto le quattro bambine di età compresa tra i 12 e i 16 anni a compiere atti sessuali a pagamento con adulti che le hanno filmate. Gli investigatori hanno scoperto la loro storia dopo aver trovato le bambine all’interno di una casa mobile a Johnson City in condizioni igieniche disastrose.

La coppia ha anche un’altra figlia di cinque anni, ma non è chiaro al momento se anche lei sia stata obbligata a prendere parte agli incontri sessuali. Gli investigatori hanno scoperto i fatti dopo aver condotto indagini sulle condizioni di igiene precaria in cui vivevano i loro figli in una roulotte. Gli assistenti sociali e il personale inviato dalle autorità, nei primi incontri avevano constatato come la più piccola delle figlie avesse denti marci, morsi provocati da pulci, pidocchi e tigna.

«La loro figlia minore era in condizioni terribili – ha dichiarato Debbie Dunn, agente investigativo della polizia di Johnson City – Aveva alcuni denti neri, altri con dei buchi. Il luogo in cui questi bambini vivevano era immerso nel sudiciume. Questi sono fatti imperdonabili». Il caso è diventato di rilevanza federale quando le autorità solo venute a conoscenza del fatto che la coppia aveva offerto le prestazioni sessuali di una delle figlie prima in città e poi nello stato della South Carolina, con il proposito di girare un video porno illegale.

La ragazza sembra sia stata violentata e filmata da un uomo che si è in seguito suicidato, come dichiarato dal procuratore distrettuale della contea di Washington Tony Clark: «La faccenda è questa: le indagini mostrano due genitori che ricavano denaro sfruttando sessualmente i loro figli minori per girare video pedo-pornografici. Questo è uno dei peggiori casi di sfruttamento sessuale in venti anni di carriera». I bambini sono stati ospitati in una struttura di ricovero per minori.

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews