USA 2012. Obama contro Romney: pronti al match TV di domani

omaba-romney-usa2012

ansa.it

Washington  - Ancora 38 giorni prima di sapere chi sarà il futuro presidente degli Stati Uniti e mentre la pressione sui due sfidanti – il presidente uscente Barak Obama e lo sfidante repubblicano Mitt Romney - si fa pesante, la campagna elettorale americana si ferma. Motivo: l’appuntamento di domani per il dibattito TV di Denver, l’ultimo confronto diretto tra i due che secondo alcuni rappresenterebbe l’ultima occasione per Mitt Romney di recuperare consensi sull’avversario.

Nel frattempo Obama già da domenica ha lasciato la Casa Bianca e volare a Henderson (Nevada), per un training intensivo di 3 giorni in vista del match di mercoledì sera in prime time (21.00 e le 22.30), diretta tv a reti unificate, dall’Università del Colorado. Il resto lo racconta bene l’inviato dell’Ansa, Marcello Campo.

Mitt Romney è in ritiro da lunedì mattina. Tenta di mettere a punto qualche ko efficace da propinare al rivale con l’aiuto del leader repubblicano Rob Portam che fa le veci di Obama nella preparazione allo scontro. Obama, invece, ha in programma di confrontarsi con John Kerry, ex candidato alla Casa Bianca, nei panni di Mitt Romney.

L’incontro è fondamentale per due ragioni: tiene incollati alla TV circa 60 milioni di americani e può decidere delle sorti di tutta la campagna elettorale. Il moderatore sarà Jim Lehrer, della Pbs, che dividerà la messa in onda in sei segmenti di circa 15 minuti ciascuno su temi vari, secondo una scaletta proposta da lui stesso e già comunicata ai due competitor da settimane.

Tempo di risposta per ogni domanda: circa due minuti ciascuno. Lehrer gestirà il tempo rimanente per proseguire la discussione. L’attesa per l’incontro è forte e ogni dettaglio potrebbe mettere in difficoltà un avversario dando un vantaggio all’altro.

Per Obama, la principale preoccupazione è  evitare risposte troppo lunghe e complicate. Gli americani paiono preferire la semplicità e l’ex preside della Scuola di Legge di Harvard risulta sofisticato e distante, ecco perché il suo staff cerca di coltivare l’immagine accessibile del presidente apparso alla Convention di Charlotte.

Romney, invece, si deve preparare a cogliere lo sfidante di sorpresa. Deve trovare qualche argomento che gli consenta recuperare nei sondaggi. Riporta Campo che il sito Politico.com ha messo in rete una mappa elettorale del 2012 che potrebbe ricalcare quella del 2008: Obama in testa sui repubblicani. Romney rischia grosso e non gli rimane che un attacco organizzato sugli errori dell’amministrazione in carica. Soprattutto di natura economico-finanziaria e di politica interna. Per il dibattito su quella estera, altrettanta frastagliata di sbagli di valutazione, Romney dovrà attendere il 16 ottobre alla Hofstra University a Hemstead, stato di New York nonché il 22 alla Lynn University, a Boca Raton, Florida.

Sondaggi – Pessimi per Romney. Il presidente Obama risulta in leggero vantaggio o in condizioni di parità a livello nazionale, tranne negli stati chiave, dove l’ex governatore del Massachusetts continua a primeggiare. Il Washington Post/Abc News non fa gioire lo staff repubblicano: se si votasse oggi, 49% degli elettori metterebbe la x su Obama, contro il 47% del suo rivale.

Il distacco però aumenta fino al 52% per Obama contro il 41% per Romney in quegli stati cosiddetti “in bilico”: Florida, Ohio e Virginia. Il 63% degli elettori registrati si aspetta che le elezioni saranno vinte da Obama; il 31% da Romney. Così, il 56% ritiene che Obama avrà la meglio nei tre dibattiti presidenziali da mercoledì in poi; solo il 29% crede che ad uscirne vincitore sarà Romney.

Chantal Cresta

Foto || ansa.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews