Undercover Colors lo smalto anti-stupro, funzionerà o è solo una bufala?

Undercover Colors è uno smalto che, cambiando colore, permette di scoprire se nel proprio cocktail è stata aggiunta una qualche droga. Ma funziona davvero?

Undercover ColorsÈ una invenzione di cui si è sentito parlare in Italia a partire dagli ultimi giorni di agosto, ed è piaciuta moltissimo a tutte le ragazze e le donne che ne sono venute a conoscenza: stiamo parlando di Undercover Colors, lo smalto che cambia colore permettendo di difendersi dagli stupri. Il punto è: funziona davvero?

PARTIAMO DALL’INIZIO – Quattro laureandi americani, studenti dell’Università della Carolina del Nord, hanno inventato e messo a punto uno smalto in grado di cambiare colore se messo a contatto con le cosiddette “droghe dello stupro”: Rohypnol, GHB, Xanax, solo per citarne qualcuna.

Ciascuna ragazza o donna che indosserà questo smalto, chiamato dai suoi inventori Undercover Colors, potrà scoprire se nel proprio cocktail, magari offertole da un bel ragazzo in discoteca o al primo appuntamento, è stata aggiunta una qualche sostanza pericolosa. Per scoprirlo basterà immergere un dito all’interno della bevanda e controllare se lo smalto cambia colore o meno.

undercover-colorsBUFALA O SPERIMENTAZIONE? – Idea brillante, se non fosse che lo smalto – ancora in fase di sperimentazione – avrebbe restituito molti falsi positivi. Cioè, in fase di test, lo smalto anti-stupro avrebbe segnalato la presenza di sostanze pericolose all’interno delle bevande anche quando non ce n’erano e, cosa ancor più grave, pare che funzioni solo con determinate sostanze e non con altre.

Dunque, l’idea di base è davvero molto interessante, considerando anche come i dati relativi alla violenza sessuale sulle donne nel 2014 siano alti; tuttavia lo smalto anti-stupro sembra, per lo meno attualmente, solo una trovata pubblicitaria e di nessuna utilità per prevenire uno stupro.

smalto anti-stuproÈ noto a tutti, d’altra parte, come negli ultimi anni moltissime giovani donne siano state violentate dopo essere state stordite con sostanze stupefacenti o farmaci mescolate a loro insaputa al drink che era stato loro offerto mentre si trovavano a una festa o durante un appuntamento o in discoteca. Da qui, l’idea del team di laureandi americano di creare uno smalto per unghie anti-stupro: dunque, nel futuro, la loro invenzione potrebbe rivelarsi utile e funzionale allo scopo, anche perché gli stessi ragazzi affermano di voler «sviluppare nuove tecnologie che consentano alle ragazze e alle donne di proteggersi da queste dilaganti violenze».

Mariangela Campo

@MariCampo81

Foto: www.google.com

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews