Una notte da leoni 2, la follia si ripete

Locandina
Locandina

“Ci siamo cascati di nuovo”.

Phil, (Bradley Cooper), Doug (Justin Bartha) e il folle Adam (Zack Galifianakis)si ritrovano nuovamente insieme, due anni dopo la folle notte di Las Vegas, in cui totalmente ubriachi e drogati avevano fatto cose al limite dell’immaginabile, per festeggiare il matrimonio dell’amico Stu (Ed Helms) con una bellissima ragazza thailandese (Jamie Chung). Pur avendo fatto la solenne promessa di comportarsi “bene”, i quattro amici si ritroveranno, loro malgrado, nella stessa condizione che in America gli aveva causato molti pericolosi guai.

Todd Phillips ripropone nelle sale il seguito del geniale film campione di incassi spostando la location a Bangkok, città dalle mille insidie e perversioni. Puntando su una storia molto simile a quella che ha reso celebre il primo episodio, “Una notte da leoni 2” si muove tuttavia su un binario ancora più esagerato del suo predecessore.

La meccanica infatti resta esattamente la stessa: i protagonisti si risvegliano in condizioni disastrose dopo aver trascorso una nottata depravata ma di cui non ricordano assolutamente nulla. Il lato comico della narrazione sta proprio nella lenta ricostruzione degli eventi che viene fatta dai personaggi nel corso delle loro indagine alla ricerca di Teddy (Mason Lee), il fratello della ragazza di Stu di cui hanno perso le tracce proprio nelle ore della pazzia: i particolari sono talmente scottanti che mostrarli direttamente sulla pellicola sarebbero ben più che degni di censura, ma se raccontati da testimoni e da chi li ha vissuti in prima persona, risultano ben più “digeribili” e comici.

Bellissima la scelta della location , sia come luoghi (splendida la villa dove abita la famiglia della futura sposa) naturali che come realtà sociale: Bangkok è presentata come una città dai mille volti, enorme, sadica, imponente e soffocante. Un luogo dove si può facilmente scomparire e morire. Fa molto effetto vedere il netto contrasto tra il tempio dei monaci dove i quattro amici si recano nel loro vagare e il disordine imperante che regna nelle strade della gigantesca metropoli.

Il cast degli attori ha retto alla grande anche questa seconda prova, mantenendo inalterati ruoli e posizioni di forza. Ecco quindi Bradley Cooper che cerca sempre di trovare una soluzione a tutto anche nei momenti più difficili, Stu che è continuamente diviso tra la sua figura educata e professionale di dentista e il suo animo in realtà tormentato e pieno di perversione (gli spettatori si preparino a ciò che accadrà nel locale di spogliarelliste), Doug che anche in questa occasione è quello che rimane meno danneggiato di tutti, ma che in un certo senso si perde l’intero spettacolo.

Cooper, Helms e Galifianakis
Cooper, Helms e Galifianakis

Il vero protagonista è però senza dubbio, acclamato dal pubblico, Alan, figura incredibile che Galifianakis ha creato. Perennemente fuori luogo, dalla frase sbagliata nel momento più inappropriato, un continuo creatore di guai dal cuore tenero, tanto che spesso non si riesce a capire come gli riescano possibili certe situazioni di cui lui stesso è colpevole. Sempre fuori dalle righe, bizzarro, volgare e praticamente senza senno, Alan è l’elemento portante della pellicola, e una sua assenza farebbe cadere vertiginosamente l’intera trama.

“Una notte da leoni 2” non è certamente un film indicato a tutti, soprattutto ad un pubblico troppo giovane o dai gusti raffinati. Ma è un lavoro estremamente divertente che ben si discosta da moltissimi esempi di cinema impegnato che come unico pregio hanno quello di essere degli ottimi sonniferi e che cadono nella trappola dell’eccessivo moralismo. A volte anche ciò che è volgare può insegnare qualcosa.

Adriano Ferrarato

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews