Una corsa per aiutare i più deboli. Quando lo sport è anche solidarietà

La 'placca marziana' dei Podisti da Marte identifica una donazione resa possibile grazie ai fondi raccolti correndo

Milano – A qualsiasi ora del giorno e in qualsiasi stagione si vedono in giro podisti o aspiranti tali che corrono lungo le strade di Milano e di tutta la penisola. Il trend di crescita dei corridori è in continua ascesa per i più svariati motivi, tra cui il tenersi in forma, soprattutto ora che è in arrivo la bella stagione, e perché correre non comporta vincoli di nessun genere: non costa nulla, si può uscire da soli o in compagnia, non è necessario un abbigliamento tecnico. Un paio di scarpe da tennis e dei pantaloncini e le strade diventano la pista su cui confrontarsi e infrangere i propri limiti personali. Per chi vuole, cuffie nelle orecchie e si assapora l’essenza della libertà, o quasi.

Ma correre può anche essere un’occasione per fare del bene, così come fanno i Podisti da Marte, una fondazione che organizza eventi podistici per le strade di Milano al fine di raccogliere fondi da donare alle onlus.

 Abbiamo intervistato Fabrizio Cosi, fondatore dei Podisti da Marte, maratoneta amatoriale che ha corso un po’ ovunque in giro per il mondo, da New York a Barcellona. «Siamo un gruppo di corridori che corrono per le strade di Milano per raccogliere fondi per le onlus. Ad esempio sabato 24 marzo aiutiamo la Croce d’Oro a comprare un defibrillatore attraverso una corsa. Correremo per le strade di Milano e ogni corridore sarà vestito da personale medico, ognuno ispirato dalla propria fantasia. La raccolta fondi avviene attraverso donazioni dei passanti o attraverso il merchandsing e il passaparola cercando di coniugare l’aspetto ludico della corsa a situazioni serie».

- Come procede la raccolta?

«Nel 2011 abbiamo raccolto circa 24.000 Euro che abbiamo prontamente girato alle associazioni per  cui abbiamo corso. Ogni corsa si caratterizza dal messaggio che vogliamo portare alla città, ossia utilizzare lo sport per veicolare solidarietà. Il tutto con un po’ di fantasia: ad esempio a Natale abbiamo corso travestiti da Babbi Natale. La corsa non è una gara ma un momento di svago con una precisa finalità».

 

Fabrizio Cosi durante uno degli eventi di solidarietà dei Podisti da Marte

- Entrando nel dettaglio cosa si deve fare per correre con voi?

«Nulla di particolare. Non ci sono iscrizioni. Si arriva, si aspettano gli ultimi arrivati e poi si parte. In genere ci ritroviamo il sabato mattina al Castello Sforzesco. Nella bella stagione organizziamo anche un’uscita il giovedì sera mentre ha riscosso grande successo l’Happy Hour Tour».

 - Di cosa si tratta?

«E’ una corsa che tocca alcuni bar della città dove viene organizzato un rinfresco. Si corre e non solo…».

Ringraziamo Fabrizio Cosi e ricordiamo a tutti coloro che vogliono correre e sorprendere i cittadini milanesi l’appuntamento per sabato 24. Non dimenticate lo stetoscopio!

 

Marco Papetti

foto da: www .podistidamarte.it

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews