Un nuovo presidente per l’Europarlamento

il neo Presidente del Parlamento Europeo, Martin Schulz

Martin Schulz, socialdemocratico tedesco, è stato eletto con la maggioranza dei voti (387 su 670 totali) al primo turno delle elezioni per la Presidenza del Parlamento europeo. I suoi concorrenti erano la liberaldemocratica inglese, Diana Wallis (141 voti), ed il tedesco Nirj Deva dei Conservatori e Riformisti (142 voti).Il nuovo presidente ha una lunga carriera politica: entrato nella SPD (Partito Socialdemocratico) tedesca a 18 anni, è stato sindaco della sua città per due mandati, per essere poi eletto nel 1994 al Parlamento Europeo, e divenire successivamente, nel 2009, l’europarlamentare a capo della delegazione SPD in Europa.

Martin Schulz è noto alle cronache nostrane, per l’increscioso ed acceso battibecco con Silvio Berlusconi nel 2003. L’Europarlamentare tedesco attaccò sul conflitto di interessi l’allora Premier italiano, in occasione del suo discorso di insediamento alla presidenza della Unione Europea, e questi reagì proponendo Schulz nel ruolo di Kapo presso le riprese di un film girato in quei giorni a Cinecittà ed attaccando tutti gli europarlamentari definendoli “turisti della democrazia”.  Da allora di tempo ne è passato. Ma ancora oggi, vista la tensione tra i due che non sembra diminuita, è di quell’episodio che i cronisti chiedono conto, visto che non sono in pochi a sostenere che tale episodio abbia aiutato il tedesco nella propria carriera politica. Ipotesi ovviamente fortemente smentita dall’europarlamentare.

Nel suo discorso di insediamento, Schulz ha parlato chiaramente della reale minaccia che attanaglia l’esistenza dell’Europa per la prima volta dalla sua fondazione. Il neo – presidente ha rivolto la propria attenzione alle agenzie di rating, alle quali bisogna dire no, sottolineando quanto “cresca il sospetto che anonime agenzie con sede a New York siano più potenti di governi democraticamente eletti”.Schulz, inoltre, si definisce un “Presidente di lotta”, e seppure considerando necessarie le misure di austerità, è fortemente critico verso la maniera con la quale si prendono oggi le decisioni in Europa, più simile a quella del Congresso di Vienna del IXX secolo che adeguata ai tempi che corriamo, auspicando che sia invece la giustizia sociale a guidare le scelte politiche.

Plinio Limata

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews