Umbria: arrestata ex presidente Maria Rita Lorenzetti

lorenzetti

Maria Rita Lorenzetti (foto via: umbrialeft.it)

Foligno – Maria Rita Lorenzetti, ex presidente della Regione Umbria, è stata arrestata questa mattina nell’ambito dell’inchiesta sul nodo fiorentino della Tav. Secondo quanto riferito del suo avvocato, Luciano Ghirga, l’accusa sarebbe quella di inquinamento probatorio. Lorenzetti, 60 anni, presidente di Italferr, società delle Ferrovie che opera nel settore dell’Alta Velocità, aveva già ricevuto un avviso di garanzia, nella sua veste di presidente dell’Italferr, con le ipotesi di corruzione, associazione a delinquere e abuso di ufficio.

L’indagine della procura di Firenze aveva portato a indagare 31 persone e a gennaio i carabinieri del Ros avevano eseguito perquisizioni in tutta Italia, compresi casa e ufficio di Lorenzetti. Sgomento da parte dell’avvocato Luciano Ghirga, che conferma la notizia, aggiungendo che commenterà solo dopo aver letto la copiosa ordinanza di circa 400 pagine. Lorenzetti, secondo alcune fonti, si troverebbe da questa mattina agli arresti domiciliari nella sua casa di Foligno.

Lorenzetti, esponente del Pd, alla Camera per quattro legislature e alla guida dell’Umbria per due mandati dal 2000 al 2010, ha sempre sostenuto la correttezza del proprio operato: l’indagine sulla Tav non è l’unica spina dopo tanti anni di politica a livello umbro e nazionale. A luglio la Lorenzetti è stata rinviata a giudizio nell’ambito dell’indagine Sanitopoli portata avanti dalla Procura di Perugia. L’inchiesta Sanitopoli riguarda presunte assunzioni facili tramite logiche partitiche e clientelari. Nelle indagini in particolare si fa riferimento a due delibere con le quali l’esecutivo regionale (ai tempi guidato dalla Lorenzetti) decise per l’assunzione di personale nelle aziende ospedaliere e nelle Asl.

L’attuale presidente di Italferr aveva sempre respinto qualsiasi accusa a riguardo sia della Tav sia in particolare su Sanitopoli, ribadendo di non avere mai commesso atti contro la legge. L’esponente del Pd ha comunque minimizzato sulla portata simbolica di tutte queste inchieste che la riguardano da molto vicino: «Non cancellano il nostro buon-governo in Umbria».

Alberto Staiz

Foto homepage: terninrete.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews