Ufomammut, ‘Ecate’: violenza psichedelica senza compromessi

ufomammut - metalitalia com

Gli Ufomammut (foto via: metalitalia.com)

Psichedelici, violenti, ossessivi, allucinati, sperimentali, unici: questi sono solo alcuni degli aggettivi adatti a descrivere una delle proposte musicali italiane più interessanti degli ultimi anni, che risponde al nome di Ufomammut. Originari di Tortona e nati nel 1999, gli Ufomammut (formati da Poia, Urlo e Vita) proseguono la loro carriera con costanza e passione, sfornando un album dietro l’altro in rapida successione e giungendo alla settima prova discografica, intitolata Ecate, che esce proprio oggi in tutto il mondo.

ECATE - Un album che prosegue il percorso di sperimentazione instancabile proprio di una band alla perenne ricerca di nuovi suoni, impressioni e stimoli: il loro è uno sludge/doom pesantissimo e ossessivo, dal forte gusto psichedelico, ottenuto grazie a un massiccio uso di sintetizzatori. Il risultato è qualcosa di difficilmente descrivibile a parole: una musica che deve essere ascoltata con attenzione e vissuta nel profondo, per poter essere apprezzata pienamente.

PESANTEZZA LISERGICA – Ecate si apre con Somnium, un lungo brano lisergico avviato da un lento crescendo compatto in stile marcia militare, prima di uno sfociamento in un riffone di martellante stoner/doom. Un brano lunghissimo, angosciante, psichedelico e inquietante, dove la potenza dello sludge si mescola con linee di sintetizzatori alienanti fino a creare una miscela densa e allucinata. Un riff martellante apre Plouton, violentissimo sludge dai toni allucinati: pochi minuti di violenza sonora coadiuvata da un cantato disperato e lancinante. Segue Chaosecret: undici minuti di ossessionanti e allucinogene evoluzioni psichedeliche, i cui tratti comuni sono una estremizzata ripetitività, un mood inquietante da messa nera, e una batteria lenta e opprimente. Da segnalare la pesantezza inaudita degli ultimi due minuti del brano, di una violenza in grado di demolire un grattacielo.

Ufomammut Ecate neurotrecordings.com

La copertina di ‘Ecate’ (foto via: neurotrecordings.com)

NESSUN COMPROMESSO – Temple si concretizza in sette minuti di riff pesanti quanto macigni, conditi da massicce dosi di alterazione psichedelica. Si giunge quindi a Revelation, un breve concentrato di sintetizzatori ossessivi, allucinati e allucinanti che creano un magistrale “effetto trip”. Un riffone schiacciasassi apre quindi la conclusiva Daemons, dove gli Ufomammut tornano a premere il piede sull’overdrive in dieci minuti che rappresentano perfettamente il concetto di musica alla base di Ecate: sludge e doom senza compromessi, ossessivo e distruttivo; mescolato a inserti elettronici dal marcato taglio psichedelico derivante da un sapiente uso dei sintetizzatori.

UN’ESPERIENZA ASCETICA – Ecate è un disco dal valore musicale altissimo, fedele testimonianza della maturità di una band che macina riff e sperimenta da ormai più di quindici anni. Ci troviamo di fronte a un album non adatto a tutti i tipi di ascoltatore, dedicato soprattutto a chi ama tutto ciò che ruota attorno al genere sludge e doom, e che al tempo stesso non disdegna l’heavy metal condito con massicce dosi di psichedelia. Ecate si pone come un disco complesso, che necessita di attenzione e di un’apertura mentale non indifferenti: più che un semplice ascolto, una vera e propria “esperienza musicale” ai confini dell’ascetismo e della contemplazione. Gli Ufomammut rappresentano una realtà ormai affermata nel panorama sludge psichedelico mondiale: Ecate è l’ultimo tassello di un percorso musicale in costante evoluzione, nonché testimonianza di una band la cui musica, che può vantare una schiera massiccia di estimatori soprattutto all’estero (Germania e Stati Uniti in primis), è sinonimo di sperimentazione, passione e assoluta libertà espressivo-compositiva scevra di alcun tipo di compromesso.

Voto: 8

Alberto Staiz

@AlStaiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews