Ue: legalizzare la cannabis per togliere il business alla criminalità

Cannabis-pro-e-contro

Arrivare ad ottenere una liberalizzazione per andare a colpire uno dei business più fiorenti della criminalità organizzata. È questo il ragionamento di partenza sul quale verte uno studio Ue, portato avanti dall’Osservatorio Europeo sulle Droghe, in materia di legalizzazione della cannabis.

Uno studio destinato a suscitare polemiche, vista la delicatezza del tema, ma che parte da realtà ormai note; come l’utilizzo medico della cannabis, da tempo consentito in molti paesi. O come l’acquisto online dei semi di marijuana, pratica assolutamente legale in diversi stati tra cui l’Italia, tramite siti web autorizzati. Se a questo si aggiunge l’esempio dato da quei paesi che hanno liberalizzato l’uso personale per colpire la criminalità e rimpinguare le casse dello Stato, il quadro è completo.

cannabis-legalizzazione-ue

LA RELAZIONE DELL’UE – Cosa sostiene la relazione presentata dall’Osservatorio Europeo sulle Droghe e sulle Tossicodipendenze? Che in Europa quello legato al traffico della cannabis sia uno dei business più redditizi per la malavita. Ancor più remunerativo della cocaina, eroina o ecstasy. Ogni anno le varie organizzazioni criminali ricavano, in Europa, dagli 8 ai 14 miliardi dallo spaccio illegale di marijuana. Un giro d’affari di tutto rispetto, che potrebbe essere stroncato andando a legalizzare le droghe leggere. Come già fatto in altre realtà.

LA CANNABIS NON È COME LE DROGHE PESANTI - E partendo dai dati forniti dall’Osservatorio Europeo sulle Droghe, desta stupore il fatto che la cannabis sia la droga più redditizia per le mafie. Stiamo parlando di una sostanza che oggi viene impiegata in tutto il mondo per finalità mediche; anche in Italia, dove è iniziata la produzione da alcuni mesi. La cannabis quindi non può essere paragonata, come impatto sociale, a droghe più pesanti. E allora perchè non pensare ad una sua depenalizzazione per andare a strappare il business dalle mani della malavita, generando al contempo nuove entrate legali e nuovi posti di lavoro?

cannabis

L’ESEMPIO USA: CRIMINALITÀ SCONFITTA E CASSE DELLO STATO PIENE -  - È un po’ quanto sta avvenendo negli Usa, dove in alcuni stati si è assistito ad una legalizzazione per uso personale della cannabis.  Ebbene, in questi stati si è riusciti a generare un giro d’affari legale non indifferente. È il caso ad esempio del Colorado o dello Stato di Washington, dove il gettito fiscale legato alla cannabis libera è stato rispettivamente di 135 e 70 milioni di dollari nell’ultimo anno.  E non è tutto.

Perchè da quando si è assistito ad una liberalizzazione, per la prima volta i cartelli messicani della droga, i noti Narcos da tempo attivi con i loro traffici illeciti in tutti gli Usa, hanno visto crollare gli affari. Ogni anno perdono milioni di dollari a fronte di un’industria legale che incrementa costantemente le proprie entrate. Ecco allora che anche partendo dalla realtà negli Stati Uniti, dove con la legalizzazione si è riusciti a sconfiggere la criminalità organizzata, lo studio dell’Osservatorio Europeo sulle Droghe assume ancor più credibilità. La legalizzazione potrebbe togliere dalle mani delle varie mafie europee un business di quasi 13 miliardi l’anno. Che finirebbero, in modo del tutto legale, nelle casse dei singoli Stati.

Foto via qnm.it, fascinointellettuali.larionews.com, dolcevitaonline.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Ue: legalizzare la cannabis per togliere il business alla criminalità

  1. avatar
    Francostars 14/04/2016 a 21:35

    Il proibizionismo è l’acqua del pesce Mafia ed è meglio evitare questo dove si può. Stessa condizione con la legalizzazione e tassazione della prostituzione in tutto il Mondo.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews