Ucraina, ma quale tregua? Riprendono i bombardamenti, un morto a Donetsk

TOPSHOTS-UKRAINE-RUSSIA-POLITICS-CRISIS
Che la tregua in Ucraina non sarebbe durata molto lo sapevano tutti. Obama, la Merkel, il presidente ucraino Porochenko e ovviamente Putin. Infatti il cessate il fuoco firmato a Minsk due giorni fa ha il triste sapore di un nulla di fatto, voluto per dare sì un segnale alla Nato e all’Europa, ma anche per congelare una situazione che si protrae da oltre 5 mesi e che ha provocato 2600 morti. Oggi l’accordo siglato tra Kiev e i ribell filorussi è stato violato con bombardamenti sia a Mariupol che a Donetsk. Una donna è stata uccisa: è la prima vittima accertata da quando è scattata la tregua tra Kiev e i separatisti pro-russi.

UNA TREGUA FRAGILE, TROPPO – La tregua era scattata venerdì sera alle 18 ma già sabato mattina erano giunte notizie di alcune esplosioni. Questa mattina gli attacchi sarebbero proseguiti. Bombardamenti sporadici e raffiche di colpi d’arma rimbombavano all’alba a Mariupol. Una donna ha perso la vita e tre persone sono rimaste ferite. Altri colpi di artiglieria sono invece esplosi nei pressi dell’aeroporto di Donetsk, capitale della ribellione filorussa.

LE REAZIONI – Una situazione che non sembra sbloccarsi dal punto di vista diplomatico. La tensione tra Bruxelles e Mosca è altissima, con il Cremlino che minaccia di reagire se l’Europa dovesse confermare il nuovo pacchetto di sanzioni, e l’Ue che non vuole farsi intimidire e tirare dritto (visto le conseguenze che queste stesse avrebbero per l’economia europea). Le sanzioni americane e dell’Europa, le cui uniche incertezze riguarderebbero il modo in cui usarle, colpirebbero soprattutto il settore finanziario, bancario e dell’energia, ma anche il campo della tecnologia, la difesa, e limiterebbe la possibilità di spostamento ad alcune persone vicine al regime.

Sanzioni subito o da usare come minaccia? Gli Stati Uniti le vorrebbero applicare immediatamente, ma l’Europa preferirebbe usarle come forma di pressione sul Cremlino affinché cambi linea. E ora che la tregua, a nemmeno 48 ore, sembra violata, che strategia verrà usata? 

BERLUSCONI CONTRO LA NATO – Sulla delicata situazione tra Kiev e Mosca dice la sua Silvio Berlusconi che ha accusato Nato dicendo:

«A causa di una malaugurata carenza di leadership internazionale» si sta assumendo «un atteggiamento ridicolmente e irresponsabilmente sanzionatorio nei confronti della Federazione Russa, che non può non difendere i cittadini ucraini di origine russa che considera come fratelli».

Berlusconi, nelle sue dichiarazioni filorusse, ha aggiunto di essere molto preoccupato per la profonda crisi economica, aggravata dalla situazione internazionale e dalle decisioni dei vertici occidentali, americani, europei e dalla Nato che «hanno cancellato e stanno cancellando il grande lavoro e i risultati che avevamo conseguito noi nel 2002 con il trattato di Pratica di Mare, mettendo fine a mezzo secolo di guerra fredda che ci aveva angosciati», ha detto Berlusconi.

PAPA FRANCESCO, “IL DIALOGO PROSEGUA” - Interviene anche Papa Francesco che auspica e prega per una pace duratura.  Il pontefice, durante l’Angelus in piazza San Pietro, ha detto: «In questi ultimi giorni sono stati compiuti passi significativi nella ricerca di una tregua nelle regioni interessate dal conflitto in Ucraina orientale, pur avendo sentito oggi delle notizie poco confortanti. Tuttavia auspico che essi possano recare sollievo alla popolazione e contribuire agli sforzi per una pace duratura. Preghiamo affinché, nella logica dell’incontro, il dialogo iniziato possa proseguire e portare il frutto sperato».

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews