Ucciso un blogger libico

LIBIA - Mohammed Nabbous era il suo nome. Mob, per gli amici. Una gravissima perdita non solo in ambito umano ma anche nel campo dell’informazione, dal momento che si trattava di una fondamentale fonte di informazione sul reale stato delle cose attraverso l’utilità dei social network, Facebook su tutti. Le forze del colonnello Gheddafi lo avrebbero ucciso a Bengasi sparandogli un colpo di pistola. A darne il triste annuncio sarebbe stata la moglie, la quale sta continuando con estrema forza il lavoro del marito al servizio della sacrosanta libertà di informazione.

Nabbous era il fondatore del canale web al-hurra tv Libia, una stazione indipendente che diffonde le sue trasmissioni tramite il web. In sua memoria è stata creata una facina di Facebook intitolata, appunto, “In memory of Mohammed Nabbous”.

Sabato mattina, il giovane blogger era uscito con la sua videocamera per documentare gli attacchi ad opera delle forze armate di Gheddafi che, nel mentre delle sue riprese, lo avrebbero freddato, come accennato, con un colpo di pistola durante l’avanzare degli scontri.

I blogger in suo sostegno, nel sempre crescente impegno, si esprimono: “Non ci fermiamo finché non sarà finita. Ciò che è stato cominciato deve andare avanti. Qualunque cosa accada”.

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews