Tutti gli appuntamenti astronomici del 2013

appuntamenti astronomici 2013

La cometa Panstarrs, prevista per marzo

Roma – Il 2013 sarà ricco di appuntamenti astronomici oltre che sportivi. Un anno, quello appena iniziato, all’insegna delle comete e degli asteroidi.

La prima è la C/2012 K5 Linear, già visibile nel mese di dicembre, che in questi primi giorni di gennaio sarà ancora più brillante grazie alla vicinanza alla Terra. A febbraio è il turno di DA14, un asteroide di 50 metri di diametro, che viaggerà dalle parti della Terra a una distanza piuttosto ravvicinata (circa 20.500 km dal nostro pianeta). Seguirà poi Panstarrs, ribattezzata la Cometa di Pasqua, che è prevista per il mese di marzo. La cometa si troverà 4 gradi a destra di una falce di luna molto sottile e sarà visibile nella parte bassa del cielo in direzione nord-ovest poco dopo il tramonto. Il vero appuntamento astronomico da non perdere, però, riguarderà una terza cometa, la Ison, che promette di essere più brillante persino della Luna piena, questo grazie al suo passaggio ravvicinato intorno al sole. L’evento è previsto per il mese di novembre.

Oltre alle comete, sono tanti gli appuntamenti astronomici che caratterizzeranno il 2013. Per domani si prevede il raggiungimento del picco massivo dello sciame meteorico delle Quadrantidi: gli esperti parlano di circa 40 stelle cadenti ogni ora. Appuntamenti analoghi da non perdere, sono quelli con le Perseidi, il cui picco è previsto l’11 e il 12 agosto, e le Geminidi, il 13 e il 14 dicembre. Questo mese, inoltre, la Luna e Giove si troveranno alla massima vicinanza nel cielo, evento che accadrà nuovamente nel 2023. Mentre per la festa della Liberazione è in programma un’eclissi lunare parziale. Qualche settimana dopo, invece, è in programma un’eclissi anulare di Sole, anche se potranno godere di questo spettacolo soltanto gli abitanti dell’Australia, della Papua Nuova Guinea e delle Isole Salomone. Per fine giugno potremo gustarci la supermoon, ossia la Luna più brillante dell’anno, evento caratterizzato dalla massima vicinanza alla Terra del nostro satellite.

A ottobre sarà la volta di un’altra eclissi, questa volta penombrale di Luna, quando il satellite si trova nell’area di penombra del cono proiettato dalla Terra, visibile in Europa, Asia e Africa. A novembre, invece, sarà in scena un’insolita eclissi ibrida solare, a metà tra anulare e totale, che riguarderà soprattutto l’Africa e le zone atlantiche.

Giorgio Vischetti

@GVischetti

foto|| ansa.it; focus.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews