Tutti a rincorrere Siena

Al via i playoff italiani. Gare 1 vinte da Siena, Milano, Cantù e Caserta

di Federico Bertolotti

Sato, mvp della stagione 2009/2010

20 maggio, ore 20.30, palla a due alzata e via ai playoff anche in Italia, quarti di finale al meglio delle 5 partite e corsa scudetto iniziata

I campioni d’Italia della MPS Siena, alla ricerca del 4° trionfo consecutivo, mettono subito in chiaro le cose, anche per quest’anno ci sarà poco da fare. La squadra di coach Pianigiani è troppo più forte rispetto alle altre 7 partecipanti e la prima vittima sacrificale per questa dimostrazione di forza è una Benetton Treviso che, dopo aver agguantato la post season per il rotto della cuffia all’ultima giornata, non riesce ad opporsi allo strapotere senese e in gara 1 subisce una sonora sconfitta per 118-79.

69 punti nel primo tempo, in vantaggio di 30 lunghezze dopo nemmeno 20 minuti di gioco ed un primo quarto chiuso con 9/10 da due e 4/6 da tre. Basta snocciolare questi numeri per capire che di possibilità per gli avversari ce ne sono state (e ce ne saranno) poche. Se poi si aggiunge che la compagine senese può permettersi di mandare a riposare in panchina campionissimi come Sato (MVP del campionato e autore di 14 punti nei primi 9 minuti), Mc Intyre e Stonerook, per sostituirli con Domercant che in 5 minuti ne piazza 11 (19 alla fine per lui in 18 minuti), Zizis e Lavrinovic (28 punti in coppia) allora si comprende a pieno il più 39 di fine gara. 1-0 nella serie e pochi sospetti su chi passerà il turno per l’accesso alle semifinali.

Semifinali che vedranno come partecipante la vincente tra NGC Medical Cantù e Canadian Solar Bologna, rispettivamente 4° e 5° classificate alla fine della stagione regolare. Un Pianella gremito in ogni ordine di posto abbraccia la squadra di casa che vede giustamente premiati prima della palla a due coach Trinchieri, eletto dai colleghi allenatore dell’anno, e Bruno Arrigoni, votato dirigente dell’anno.

La partita viene segnata da una partenza a razzo di Cantù che, grazie a 2 bombe nelle prime due azioni, prende fiducia e con una difesa asfissiante vola sul più 15 dopo 7 minuti (17-2) chiudendo uno splendido primo quarto sul 23-10. Cantù non perde intensità nemmeno dopo il brutto infortunio di Ortner, in campo da meno di 3 minuti, e, giocando ai propri ritmi, riesce sempre a tenere Bologna a distanza di sicurezza. Le rare volte in cui gli ospiti hanno l’inerzia del gioco e si riavvicinano (50-44 dopo 4 minuti della ripresa) ci pensa Mazzarino a piazzare le triple (3/6) che infiammano il Pianella e danno a Cantù la tranquillità di chiudere a piu 12 il terzo periodo e di governare l’ultima frazione terminando sul 75-64.

Coach Trinchieri, a fine gara, si dimostra molto soddisfatto della prova dei suoi, ma sa bene che difficilmente in gara 2 la Virtus subirà un’altra partenza cosi negativa. Ha le idee chiare il “coach of the year”: se l’energia e la voglia di Cantù saranno queste per tutta la serie, le possibilità di andare a sfidare Siena in semifinale sono molto elevate.

Un pelo più complicato è il discorso per l’AJ Milano che strappa in extremis la vittoria in casa contro Montegranaro, una delle rivelazioni del campionato, e si porta 1-0 nella serie.

Mason Rocca

Parte forte Montegranaro che con Antonutti, Cavaliero e Filloy piazza un 8-3 nei primi 2 minuti e mezzo, ma L’AJ risponde prima con Hall e poi con un contropiede da manuale concluso con la bimane di Viggiano per un 14-17 di fine primo quarto. Ma, come spesso accade ai meneghini, l’inerzia della partita sfugge in un amen ed il secondo quarto si trasforma in una gara a chi segna di meno. Il primo tempo si conclude sul 28-23 per Montegranaro. Si ritorna in campo e L’AJ alza decisamente il volume in difesa, accorcia le distanze con una tripla di Maciulis, sorpassa con un lay up dell’indomabile Rocca (30-29) e grazie ad un terzo quarto da 23-10 si porta a più 8 all’inizio dell’ultima frazione di gioco (46-38). È Marquinos, però, a piazzare 2 triple in poco tempo e far tornare Montegranaro in partita. Milano tenta più volte di fuggire ma prima Ivanov e poi un gioco da 4 punti dell’ex Cavaliero mantengono gli ospiti a contatto fino a 9 secondi dalla fine con Milano avanti 68-65 e palla in mano dopo timeout chiamato da Bucchi. Fallo sistematico e Finley fa 2/2 in lunetta per il +5. Montegranaro perde la palla sulla rimessa e Monroe subisce fallo e chiude i conti sul 72-65 di fine gara.

Chi passerà il turno affronterà la vincente dell’altro quarto di finale che vede affrontarsi, per gara 1,  la Pepsi Caserta e la Lottomatica Roma. Dopo 18 anni tornano i playoff per la squadra campana e la tensione nei primi 10 minuti si fa sentire, ti aspetti l’esperienza e il talento di Jones, Bowers ed Ere ed invece trovi un clamoroso Doornerkamp che all’inizio tiene in gara Caserta contro una Roma più vivace e nel secondo quarto si scatena e finisce con 19 punti nei primi 20 minuti (5/6 nel tiro da tre per lui, il resto della squadra 0/9) per chiudere sul 34-25 Pepsi. Il terzo periodo vola via tra i tentativi di ricucire di Giachetti (18 pti) e Datome (10 pti) sistematicamente rispediti al mittente da Di Bella (13 pti tutti nella ripresa) e compagni, risultato sempre più 11 per Caserta. L’ultimo periodo vede Roma in campo a zona contro la quale la Juve Caserta si schianta, la palla gira male e i tiri sono sempre contestati; Roma si avvicina e sorpassa al 35esimo, ma Jones con un gioco da 4 punti firma il controsorpasso. Da li è punto a punto fino alla fine e dalla lunetta Caserta tiene il vantaggio e firma la vittoria prima con un contropiede solitario dopo recupero di Di Bella, infine con una stoppata di Jones che fa esplodere il Pala Maggioli. Finale 70-65.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews