Turismo responsabile con i consigli del WWF

Tanti consigli, suggerimenti e proposte di viaggio per tutte le età, tutti i gusti e tutte le tasche. C’è davvero tanto scoprire nel nuovo portale dedicato al turismo del WWF, NaTuRe, (natura e turismo responsabile), che mette a disposizione un motore di ricerca per scegliere la vacanza più adatta alle esigenze di ognuno. Si può scegliere dove andare, cosa fare a seconda dell’età dei partecipanti e dei gusti personali. Ci sono proposte di viaggio adatte agli adulti, alle famiglie, i campi estivi per ragazzi, le famose oasi del WWF e proposte per weekend ecosostenibili e nel rispetto della natura.

Turismo responsabile inteso dunque come preziosa risorsa per conoscere la natura e il nostro pianeta, per sensibilizzare le persone ed educarle al rispetto dell’ambiente. Troppo spesso il turismo ha rappresentato uno sfruttamento di luoghi e risorse nella ricerca selvaggia del profitto, ma è possibile farlo diventare uno strumento e un mezzo per sensibilizzare le persone educandole alla conservazione e al rispetto dell’ ambiente. Numerose le proposte: per i ragazzi sono previsti gli ormai famosi campi avventura e le Oasi del WWF dove possono contribuire ad aiutare la natura realizzando per esempio orti botanici.

Novità del 2011 sono le fattorie del Panda, agriturismi situati in zone protette italiane. Gli adulti possono scegliere tra viaggi in Italia, Europa e nelle biodiversità, in collaborazione con operatori turistici e associazioni da sempre impegnate nel turismo responsabile in zone nel Sud del mondo per farne conoscere le problematiche ambientali e sociali, e attraverso l’introito del turismo sostenere le popolazioni locali. Sono presenti proposte in Senegal, Tanzania, Zambia, Brasile, Ecuador e Guatemala. Numerose anche le proposte per famiglie perché sia gli adulti che i ragazzi hanno manifestato il desiderio di condividere con i propri famigliari le avventure e le emozioni della scoperta della natura, nonché i campi di volontariato, soprattutto nel Mediterraneo (in particolare Sicilia e Calabria), volti alla protezione e alla cura delle tartarughe marine. Per finire non dimentichiamo le proposte per il weekend, per avvicinarsi alla natura anche quando si ha a disposizione solo poco tempo ma si vuole conoscere, apprezzare e dare il proprio contributo. Tra gli itinerari, un viaggio tra fenicotteri e aironi delle saline pugliesi, la scoperta dell’Appennino ligure e dei boschi laziali e le fattorie del Panda in Emilia Romagna.

Una importante parte del sito è destinata a fornire informazioni preziose al turista: si tratta di consigli su come organizzare un viaggio, cosa portare con sé, come approcciarsi alle popolazioni locali in modo da non tenere comportamenti offensivi, non ostentare ricchezza, fare fotografie senza portare via “ricordini” da siti archeologici e zone protette, non lasciare dietro di sé una scia di rifiuti. Importante dunque leggere e informarsi prima della partenza, il WWF suggerisce anche di imparare qualche parola nella lingua locale, perché il bello del viaggiare è stabilire un contatto con la gente del posto, capire abitudini e usanze, stili di vita, portare con sé a casa nel cuore il calore delle persone incontrate e le emozioni provate di fronte ad una natura che è un imperativo proteggere e conservare.

Claudia Vallini

Foto | via www.flickr.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews