Turismo religioso, la top 7: da Assisi a Medjugorje è record di presenze

turismo religioso

Il fenomeno del turismo culturale è in crescita costante, soprattutto in Europa (foto: tmnews.it)

Milano – Che cosa spinge un pellegrino a un lungo viaggio che mette a dura prova fisico e spirito? Le tradizioni e la cultura religiosa da sempre rappresentano i punti di forza di un turismo mirato che soprattutto in questi ultimi anni si è rivelato in grande espansione. Non stiamo parlando di un high-spender, dato che la spesa media giornaliera si aggira sui 50 euro, ma contribuisce alla destagionalizzazione delle destinazioni viaggiando in bassa stagione. Il fenomeno è in crescita costante, soprattutto in Europa mentre in Italia registra ogni anno 5,6 milioni di presenze, di cui il 60% di stranieri. Gli scrittori Shirley Maclaine e Hape Kerkerling, sono stati dei veri precursori del settore con i loro romanzi, Il cammino di Santiago: un viaggio spirituale e Ich bin dann mal weg, è diventato un best seller in Germania con Kerkerling che narra la rocambolesca avventura durata sei settimane verso il cammino di Santiago di Compostela alla ricerca di una pausa di sospensione, di Dio e e di se stessi.

1) Santiago di Compostela
Il cammino di Santiago di Compostela è il tragitto che i pellegrini, fin dal Medioevo, intraprendono tra Francia e Spagna, per giungere al santuario di Santiago di Compostela, presso cui ci sarebbe la tomba di Giacomo il Maggiore, morto in Palestina e decapitato per ordine di Erode Agrippa. Dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’Unesco, a detta di chi lo ha percorso sembrerebbe apportare effetti benefici sia per lo spirito e per la fede con tedeschi, italiani e francesi in testa per numero di presenze, una delle mete preferite dal turismo religioso internazionale.

turismo religioso
Santiago di Compostela (foto: vialiberamc.it)

2) Santuario di Fatima
A 120 chilometri da Lisbona, il Santuario di Fatima è uno dei luoghi che i credenti, almeno una volta nella vita, fanno tappa, il punto in cui la Vergine apparve ai tre pastorelli portoghesi, nel 1917. Era il 13 maggio. Da allora è stata costruita una basilica, lunga 70 metri e realizzata in pietra locale, la cui prima pietra venne posta il 13 maggio 1928. All’interno del Santuario, nella Cappellina delle Apparizioni sono conservate le spoglie dei tre bambini Francisco, Jacinta e Lucia, che fu l’unica ad arrivare alla vecchiaia.

turismo religioso
Fatima (foto: muniatintrantes)

3) Lourdes
Se San Pietro è la capitale politica del Cattolicesimo, Lourdes è quella spirituale. Dopo le apparizioni mariane, del 1858, alla pastorella Bernadette Soubirous, il villaggio al confine fra Francia e Spagna ha portato nella zona milioni di visitatori e fedeli, circa sei milioni all’anno. A differenza di Medjugorje però, le apparizioni sono tra le più famose riconosciute dalla chiesa cattolica, che ha anche riconosciuto ufficialmente come miracolose 68 guarigioni di pellegrini ammalati che si sono recati a Lourdes.

turismo religioso
Lourdes (foto: liligo.it)

4) San Giovanni Rotondo
Uno dei siti maggiormente visitat in Italia, tra i luoghi d’interesse religioso, con le sue tante chiese a partire da quella costruita per volere di Padre Pio, le cui spoglie hanno riposato per anni nella cripta. La cittadina pugliese è stata protagonista di un importante rilancio turistico grazie all’inaugurazione, nel 2004, della Chiesa di Padre Pio, il mastodontico Santuario firmato da Renzo Piano, grande 6.000 metri quadrati e commissioanto dall’Ordine dei Frati Minori Cappuccini della provincia di Foggia. Dopo l’ostensione del 2010, la salma del santo è stata traslata nella nuova cripta, un monumento mastodontico che ha incontrato non poche critiche per l’ingente impegno economico nella costruzione che contrasta con le regole della povertà francescana.

turismo religioso
San Giovanni Rotondo (foto: leggilo.net)

 

5) Medjugorje
Centro nel sud della Bosnia-Erzegovina, è divenuto celebre in tutto il mondo per le apparizioni mariane a cui avrebbe assistito un gruppo di adolescenti, tra i 10 e i 16 anni, nel 1981. Anche se le apparizioni sembrerebbero ripetersi non solo agli originari protagonisti ma anche ai pellegrini accorsi negli anni, a differenza di Lourdes la Chiesa ha definito le visioni di Medjugorje come non constat de supernaturalitate (non c’è evidenza di soprannaturale). Una decisione che non non ha comunque impedito un boom turistico, iniziato nel 2011, che porta nella penisola Balcanica ogni anno, più di un milione di pellegrini da tutto il mondo.

turismo religioso
Medjugorje (foto: viaggi.nanopress.it)

6) Città del Vaticano
È il centro della cristianità mondiale, enclave del territorio italiano ma con moneta propria. Abbracciata dal colonnato del Bernini e dalla basilica di San Pietro, però non è la chiesa cattedrale della diocesi romana. Centro culturale e artistico straordinariamente ricco, da Michelangelo a Bramante, da Raffaello ad Antonio da Sangallo fino allo stesso Bernini, sono state alcune tra gli artisti che hanno collaborato al cantiere avviato nel 1506 da Papa Giulio II. Meta nelle visite di pellegrini e turisti, anche se il monumento più famoso è sicuramente la basilica di San Pietro, non possono essere dimenticati i palazzi pontifici, tra i quali spicca la Cappella Sistina con gli affreschi di Michelangelo, le stanze e le logge vaticane affrescate da Raffaello.

turismo religioso
Città del Vaticano (foto: internazionale.it)

7) Assisi
Assisi è visitata ogni anno da cinque milioni di fedeli. Al centro dell’interesse c’è la basilica dedicata a San Francesco, quella di Santa Chiara e la basilica di Santa Maria degli Angeli, con la Porziuncola, la piccola chiesa che il santo aveva eletto a sua dimora e dove amava ritirarsi in preghiera.

turismo religioso
Basilica di San Francesco ad Assisi (foto: magicoalvis.it)

foto homepage: wikimedia.org

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews