Turchia: ragazza partecipa a un talent show. Le sparano alla testa

Una diciannovenne partecipa ad un talent show musicale: la famiglia paterna si dice contraria. Lei non demorde e continua: la riducono in fin di vita

Mutlu Kaya al talent show musicale, molto famoso in Turchia (www.haberdeposu.net)

Mutlu Kaya al talent show musicale (www.haberdeposu.net)

DIYARBAKIR (TURCHIA)La realtà in cui viviamo sembra dettare regole ferree per distinguere – e separare – maschi e femmine, in barba alla parità dei sessi per la quale si è tanto combattuto nel passato. Una di queste distinzioni riguarda l’idea di apparire. Secondo molte –troppe – adolescenti moderne, infatti, l’unico modo di contare qualcosa nel mondo è quello di apparire: sedurre sembra l’unica “arma” sociale per costruirsi una identità personale. Avrà avuto queste sensazioni anche Mutlu Kaya, una diciannovenne turca che ha deciso di partecipare ad un talent show musicale in televisione, salvo poi essere aggredita da un uomo per averlo fatto.

PUNITA PER AVER PARTECIPATO AD UN TALENT SHOW: LA (NON) LIBERTA’ DEL TERZO MILLENNIO – La ragazza aveva fatto alcuni provini per partecipare al concorso musicale che si stava preparando quest’inverno: alla fine di marzo è stata contattata da una nota cantante turca, Sibel Can, conduttrice del talent show televisivo, che l’ha invitata a prendere parte al programma. Mutlu Kaya non ci ha pensato due volte e ha risposto sì, che avrebbe partecipato: ma non ha fatto i conti con la famiglia paterna, del tutto contraria alla sua partecipazione allo show televisivo. Ma la giovane non demorde e segue la sua strada: comincia a ricevere minacce di morte da parte della famiglia paterna e ne parla anche alla produzione del programma, finché una sera, mentre prepara una esibizione, non viene colpita alla testa da uno sparo. Adesso la ragazza si trova in ospedale in condizioni critiche.

Mutlu Kaya (www.indipendent.co.uk)

Mutlu Kaya (www.indipendent.co.uk)

La polizia turca ha fermato un uomo, che ritiene essere uno degli aggressori di Mutlu kaya. Secondo la ricostruzione del padre della giovane, mentre questa si trovava nel salone di casa a preparare una esibizione, un uomo si è introdotto nel giardino e ha sparato a una finestra aperta colpendo Mutlu Kaya sulla testa. Ma ci sono versioni contrastanti: altre testate locali riportano che tre o quattro persone abbiano suonato alla porta di casa mentre la ragazza provava le sue canzoni e, una volta aperta la porta, le abbiano sparato mirando alla testa.

LE DONNE TURCHE – Inutile commentare l’accaduto: in Occidente le giovani non fanno che “mostrarsi”, in Oriente non hanno la libertà di mostrare le braccia nude – era questo uno dei motivi per i quali la famiglia paterna non voleva che andasse in tv -. Solo nel 2015 in Turchia sono già morte novantuno donne. Nel 2014 sono morte ammazzate duecentonovanta quattro donne: il motivo è sempre lo stesso. Chiedono la propria indipendenza.

Mariangela Campo

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews