Torna Marina Rei, il nuovo album è Pareidolia

Marina Rei

La cover di Pareidolia, il nuovo album di Marina Rei

La prima cosa che vi chiederete è sicuramente il significato di questo titolo: Pareidolia. La domanda è lecita, ed è proprio nascosta nella domanda, la risposta. Pareidolia significa andare oltre le apparenze, scendere in profondità. Nel momento stesso in cui ve lo siete chiesto e siete andati a cercarne il significato, questo titolo ha raggiunto il suo scopo. «Scovare un volto umano in una nuvola o nel profilo di una montagna», questo è Pareidolia.

MARINA REI, PAREIDOLIA – Siamo partiti dal titolo perché rappresenta un po’ tutto il carattere dell’album, un vero e proprio concept dove protagonista è la riflessione. Anche  i brani con un tema prettamente romantico giungono a questa conclusione. Pareidolia è un album da comprendere e per comprenderlo servono diversi ascolti. Si giungerà ad apprezzare la profonda malinconia in contrasto con una ritmica forte e decisa. Ho visto una stella cadere, forse il brano più bello dell’intero album, vede proprio la malinconia come  base per la ricerca interiore, per rimettere a posto tutto quel che è fuori posto e per trasformare il dolore in speranza, perché «il male che ha fatto male lo farà sempre, puoi nasconderlo e dimenticare, è parte di te».

Marina Rei

Marina Rei

LE COLLABORAZIONI GIUSTE – Pareidolia è un album pensato e meditato da Marina Rei e dal produttore Giulio Ragno Favero (One Dimensional Man, Il  Teatro degli Orrori). Le collaborazioni non fanno che arricchire il lavoro, una su tutte quella con Matteo Scanicchio da qui nasce la bellissima Del Tempo Perso. Altra ottima collaborazione quella con Pierpaolo Capovilla nell’intensissima Sole, un brano dall’alchimia perfetta. Avessi Artigli e Un semplice bacio vedono invece le collaborazioni di Andrea Appino e Manuel Fusaroli. La prima punta tutto sulla forza del testo, la seconda sulla semplicità. Menzione speciale per Annarella, cover dei CCP dove Marina Rei, grazie ad un’interpretazione impeccabile, riesce a non far rimpiangere l’originale. La title track, Pareidolia, è un duetto con Zona Mc e Off Muziek. Duetto inconsueto per la Rei ma molto ben riuscito.

OTTIMI ARRANGIAMENTI, CURA E RICERCA DEL SUONO – Intendiamoci, i testi di questo nuovo lavoro sono magnifici ma la ciliegina sulla torta di questo nuovo album sono gli ottimi arrangiamenti, una cura e una ricerca del suono che appaiono sempre più evidenti ad ogni minuto del disco. Marina Rei è grazia ed eleganza, è gusto, ricerca e innovazione. Una delle artiste di maggior talento del panorama musicale italiano. Questo suo nuovo lavoro coinvolge ed emoziona. Spinge alla ricerca, innamora.

Voto: 9

Serena Prati
@Se_Prati 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews