Proprietà Privata. Tutto il realismo di Richard Yates in una raccolta di racconti

Richard Yates un giorno dichiarò ad un amico il suo completo disinteresse nei confronti del denaro, a fronte di un forte desiderio di avere lettori. Lettori che non ha (quasi) mai avuto durante tutta la sua vita. «Scrittore per scrittori», «uno dei grandi scrittori meno famosi d’America». Esempi di come Yates veniva definito durante la sua vita. Raggiunse il successo con Revolutionary Road, folgorante romanzo d’esordio, piombando successivamente in un lento declino, nonostante potesse vantare in bibliografia diversi libri di grande valore. La sua caduta nel dimenticatoio ha viaggiato in parallelo all’accrescersi di gravi problemi di alcolismo, che hanno minato la sua salute, conducendolo ad una morte precoce nel 1992.

Grazie anche alla fortunata trasposizione cinematografica di Revolutionary Road di Sam Mendes (con due bravissimi Di Caprio e Kate Winslet), la sua opera è stata progressivamente riscoperta in tutto il mondo. In Italia la casa editrice romana Minimum Fax ha pubblicato nuovamente gli unici tre volumi di Yates tradotti negli anni ‘60 e’70 (Revolutionary Road, Disturbo della Quiete Pubblica e Undici Solitudini), e successivamente ha tradotto e pubblicato tutte le opere dello sfortunato scrittore mai apparse in Italia (Easter Parade, Una Buona Scuola, Cold Spring Harbor, Bugiardi Innamorati).

Proprietà Privata è una raccolta di racconti mai pubblicati in volume durante la vita dell’autore. Alcuni apparsi su riviste, altri rimasti inediti, questi racconti rappresentano alla perfezione il valore di Yates all’interno della tradizione letteraria americana del secolo scorso.

Ambientati negli anni ‘50 e ’60 questi brevi ma intense storie trattano delle problematiche famigliari e sociali dell’uomo americano immerso nel pericoloso benessere post-Seconda Guerra Mondiale. Si parte con Il Canale, dove durante un party i due protagonisti maschili ricordano, da due diverse prospettive, una missione militare durante la Seconda Guerra Mondiale. Un racconto sulla tragicità della guerra e sui segni indelebili che lascia nell’animo umano. Un idillio ospedaliero tratta di una storia d’amore tra un’infermiera ed un paziente, con un finale amaro. Campane al Mattino è uno schizzo veloce ma altamente espressivo ambientato durante la guerra. Gli echi della lezione impartita da Hemingway sono chiari.

Richard Yates

Sera in Costa Azzurra si muove in un terreno caro a Yates: i rapporti all’interno della famiglia e il tema del tradimento. Ladri è un’altra rapida pennellata ambientata in un ospedale, mentre Proprietà Privata si muove nuovamente all’interno del nucleo famigliare.

Si giunge a Il Revisore e la Bufera, probabilmente il migliore racconto del lotto: la storia dei fallimenti amorosi e dei finti successi lavorativi di un uomo di mezza età. Un’ultima scappata per dire, affronta nuovamente il tema del tradimento con uno stile particolare e sperimentale.

Conclude la raccolta Un ego convalescente, magistrale storia di un uomo e dei suoi rapporti con la moglie, un racconto dove finalmente appaiono un lieto fine e un senso di speranza, spesso assente dalle opere di Yates.

Il benessere americano degli anni ’50 e ’60 viene smitizzato da Richard Yates, che racconta con uno stile unico le problematiche personali dell’uomo della middle class: un uomo in bilico tra i ricordi ancora vivi di una Seconda Guerra Mondiale che ha decretato la vittoria degli Stati Uniti, lasciando però un trauma indelebile nella coscienza collettiva, e il benessere degli anni ’50 americani, minati però dal pericolo costante di una guerra fredda che può scaldarsi da un momento all’altro.

Un uomo tormentato e turbato, che si rifugia spesso nell’alcool e nei tradimenti per lottare contro il conformismo che gli impone di mantenere un’immagine di felicità e limpidezza di fronte ad una società ipocrita che loda il benessere, alimentando il falso mito del sogno americano.

Un sogno che Yates ha saputo smontare pezzo dopo pezzo, arrivando a mostrare come la vera felicità fosse un sentimento raro nel cuore dell’uomo.

 

Richard Yates, Proprietà Privata – Racconti Inediti, 2012, Minimum Fax, €12,50

Alberto Staiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Proprietà Privata. Tutto il realismo di Richard Yates in una raccolta di racconti

  1. Pingback: Richard Yates : Proprietà Privata , Undici Solitudini, Doctor Jack-O-Lantern | controappuntoblog.org

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews