A Torino primato mondiale: primo trapianto simultaneo di reni

Il primo trapianto in simultanea di organi, un primato tutto italiano, nell'ospedale Le Molinette di Torino

(fonte: 24hlive.it)

Effettuato a TOrino il primo trapianto simultaneo di reni (fonte: 24hlive.it)

Torino – LOspedale Molinette da oggi vanta un record mondiale. Per la prima volta al mondo è stato effettuato su due fratelli un trapianto simultaneo di reni.

TRAPIANTO SIMULTANEO DI RENI - I due riceventi sono un fratello e una sorella del Venezuela, entrambi residenti in Piemonte, hanno avuto il privilegio di ricevere simultaneamente due reni da una donatrice quarantunenne rumena, deceduta per emorragia interna.
All’uomo di 48 anni, in dialisi dal 2013, è stato impiantato il rene sinistro, mentre la donna di 50 anni, con la stessa patologia, non ancora in dialisi, ha ricevuto il rene destro (trapianto preemptive). Questo tipo di intervento, più che un’azione invasiva, sembra essere avere uno scopo terapeutico e avere un effetto maggiore in chi non è sottoposto al trattamento dialitico offrendo al paziente una migliore qualità della vita, una prolungata sopravvivenza della persona e riduzione dei costi.
Entrambi i fratelli erano affetti da una nefropatia policistica ereditaria, una patologia che colpisce l’organismo in maniera sistemica, in particolare i reni e può avere complicanze cardiovascolari (valvulopatie cardiache),  dare anomalie cerebrali  o malformazioni (aneurismi) o di altri tipi come diverticoli intestinali o dilatazione delle vie biliari.

PRIMO CASO AL MONDO - L’eccezionalità di questo tipo di intervento, sebbene ci siano state altre operazioni simili in passato, sta nel fatto che sia stato effettuato un espianto e un successivo trapianto degli organi simultaneamente che ha permesso di salvare la vita di un fratello e una sorella affetti dalla stessa patologia genetica.  La compatibilità tra i due trapiantati: due fratelli e, ovviamente, della donatrice, permette di diminuire i rischi del rigetto e una migliore allocazione degli organi.
L’équipe  medica che ha eseguito il doppio trapianto è formata dai chirurghi vascolari Aldo Verri e Monica Hafner (entrambi  membri del gruppo del dottor Maurizio Merlo) e dagli urologi Giovanni Pasquale ed Alessandro Greco (in gruppo  con il professor Bruno Frea). L’operazione sembra ben riuscita e i due assistiti sono ricoverati presso il Reparto di  Terapia Intensiva della Nefrologia Dialisi Trapianto delle Molinette, monitorati dall’équipe nefrologica diretta dal professor Luigi Biancone che dichiara entusiasta:«Al di là della circostanza particolare di vedere trapiantati nello stesso giorno un fratello ed una sorella, l’evento di oggi deve riportare l’attenzione su questa malattia renale ereditaria, il rene policistico, che per la sua trasmissione autosomica dominante può colpire diversi membri all’interno di una stessa famiglia. È una causa importante di insufficienza renale avanzata, dal momento che circa l’8% dei pazienti in dialisi è affetto da questa patologia».

 

 Mariateresa Scionti

@marysha87

fonte: 24hlive.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews