Torino Film Festival: cala il sipario sul concorso ufficiale

Si conclude il concorso ufficiale del Torino Film Festival, che presenta oggi le ultime due pellicole in lizza per il Premio finale

Club Sandwich

Club Sandwich

Torino - Dopo aver accompagnato per tutta la settimana il vasto pubblico presente in sala, si conclude oggi il concorso ufficiale del 31° Torino Film Festival con la proiezione delle ultime due pellicole: Club Sandwich di Fernando Eimbcke e Vandal di Hélier Cisterne.

CLUB SANDWICH - È una deliziosa commedia umoristica Club Sandwich, curiosa già dal titolo sceltogli. Tre sono i personaggi in gioco, pittoreschi e dall’espressione gioviale, che conquistano subito la simpatia del pubblico: Paloma (Maria Renée Prudencio), suo figlio Héctor (Lucio Giménez Cacho) e la giovane Jazmín (Danae Reynaud). Madre e figlio, stretti da un rapporto al limite del morboso, sono in vacanza nella provincia messicana di Oaxaca, luogo in cui Héctor conosce Jazmín. I due coetanei iniziano una frequentazione tipica adolescenziale, fatta di nuove scoperte, frustrazioni e, soprattutto, curiosità sessuali; l’occhio vigile di Paloma segue lo svolgersi della situazione, nascondendo nel profondo un ambiguo sentimento di gelosia nei confronti di quello che, fino a pochi giorni prima, era il suo fanciullo.

La pellicola è giocata proprio su questo rapporto trittico enigmatico e celato, volutamente non spiegato dal regista, che lascia lo spettatore sul filo del rasoio, in un’intrigante confusione destinata a non dissolversi completamente. L’allegria, l’emotività ed un tocco di cinismo sono i fili conduttori di questo film che affronta, in modo leggero e divertente, la nascita dell’adulto ed il distacco dal nido materno, momento topico che si rivela essere problematico più per la mamma che per il figlio. È una commedia raffinata e piacevole, riflessiva ed intelligente nei suoi tanti momenti comici che conferma il talento del regista messicano, ottimo analizzatore della fase di vita più complessa, quella dell’adolescenza, come già aveva mostrato nei precedenti lavori Sul lago Tahoe e Revoluciòn.

Vandal

Vandal

VANDAL - Anche in Vandal ci si trova di fronte ai turbamenti adolescenziali, ma in questo caso il punto di vista è completamente diverso. Ancor prima di affrontare il racconto si nota una differenza visiva nei paesaggi proposti e nei momenti di vita vissuti; qui è predominante la notte, la repressione e la cupezza tanto dei personaggi quanto dei luoghi.

Chérife (Zinedine Benchenine) è il protagonista, un quindicenne ribelle ed indocile, spedito, dopo l’ennesima bravata, a Strasburgo a casa degli zii. Ma proprio in questa famiglia, che sembra essere diligente per eccellenza, Chérife viene a contatto con il mondo controverso ed affascinante dei writer, essendo il suo apparentemente tranquillo cugino un artista della notte.

Hélier Cisterne analizza l’universo dei graffiti e lo fa diventare il mezzo di espressione dello scompiglio giovanile; il protagonista è un adolescente arrabbiato e costretto dal mondo circostante, che trova nei dipinti sui muri la sua via di fuga. L’occhio del regista è continuamente puntato su Chérife, di cui si cerca di raccontare, non senza difficoltà, la rabbia e la voglia di evasione, facendolo diventare una vittima della società incolpevole delle sue scelte. Il film però si rivela pretenzioso in certi passaggi; il mondo notturno, che visivamente sembra voler cavalcare l’onda mediatica del celebre Banksy, è ben descritto ed efficace, molto più del personaggio principale privo di una profondità propria, travolto dagli eventi, a cui il regista ha tessuto una tela di alibi ingiustificati.

La mossa del pinguino

La mossa del pinguino

LA MOSSA DEL PINGUINO - La giornata odierna del Torino Film Festival segna anche l’esordio alla regia dell’attore Claudio Amendola, con il film La mossa del pinguino. Il protagonista è Bruno (Edoardo Leo), eterno Peter Pan che, nonostante i trent’anni inoltrati, non ha voglia di crescere. È voluttuoso, euforico ed è sempre alla ricerca di progetti e novità che gli facciano sbarcare il lunario. Oltre alla sua incostanza lavorativa, Bruno si ritrova ad essere vittima di una truffa, perdendo tutti i risparmi e mettendo seriamente a rischio il suo matrimonio con Eva (Francesca Inaudi). Così tira fuori dal cappello magico un’altra strampalata idea: partecipare alle Olimpiadi Invernali di Torino.

Solamente la trama incute simpatia ed è ciò che comunica immediatamente il film; il protagonista è un uomo entusiasta della vita, nonostante tutte le sfortune, e trasmette questo spirito frivolo al mondo circostante, pubblico compreso.

È un film sulla speranza, raccontato con ironia e divertimento, che non scorda di dedicare un inevitabile spazio alla contemporaneità, in cui il sogno, a volte, sembra dover essere obbligatoriamente stroncato da esigenze più concrete. Claudio Amendola trasmette, per voce dei suoi attori, la sua più intima euforia e regala alla pellicola un vorace ed autentico sentimento; la commedia risulta ottimista e di buon auspicio e, coadiuvata da una romanità esilarante, fa sorridere e regala 90 minuti di piacevole leggerezza. Senza presunzione l’opera si pone l’obiettivo di raccontare la vita semplice di quattro protagonisti che vivono vite reali, assimilabili a quelle di chiunque, donando un senso di concretezza a tutto lo svolgimento. Ottima l’orchestrazione degli attori, Edoardo Leo, Ricky Memphis, Ennio Fantastichini e Antonello Fassari, che recitano con naturalezza e con un irresistibile spirito amichevole.

LE PROIEZIONI DELLA GIORNATA – Club Sandwich, ore 17, Reposi 3

Vandal, ore 20, Reposi 3

La mossa del pinguino, ore 19,15, Massimo 1

Alessia Telesca

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews