Torino, doppio trapianto di fegato e staminali. Primo caso in Italia

Eseguito a Torino un doppio trapianto di fegato e cellule staminali (fonte: bdtorino.net)

Eseguito a Torino un doppio trapianto di fegato e cellule staminali (fonte: bdtorino.net)

Torino – È stato eseguito per la prima volta in un ospedale italiano, presso la Città della Salute di Torino, un doppio trapianto di fegato e di cellule staminali su un bambino venezuelano affetto da una rara forma di immunodeficienza.

SINDROME IPER-IG M E EPATOPATIA - Il piccolo di otto anni, proveniente dal Venezuela, era affetto dalla sindrome da Iper-Ig M, forma di immunodeficienza rara, caratterizzata da un elevato aumento delle immunoglobuline di tipo M (IgM) ed un abbassamento delle IgA e IgG, che causa un’alta e grave suscettibilità alle infezioni, rendendo l’organismo incapace di difendersi da batteri e virus. La terapia per la sindrome da Iper-Ig M prevede, come unica forma risolutiva, il trapianto di cellule staminali ematopoietiche.
Nel caso specifico il bambino, proprio a causa del compromesso sistema immunitario, ha contratto l’infezione da Cryptosporidium parvum, protozoo infettivo che colpisce fegato e intestino, e che ha provocato la colangite sclerosante, epatopatia cronica risolvibile solamente tramite un trapianto di fegato.

CONSULTO E INTERVENTO - Entrambe le patologie del bambino venezuelano erano risolvibili attraverso il ricorso ad un trapianto e, dopo una lunga valutazione tra la dottoressa Franca Fagioli, direttore della divisione di oncoematologia pediatrica all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino, e il dottor Mauro Salizzoni, direttore del Centro trapianti di fegato della Città della Salute, si è deciso di eseguire il doppio trapianto di fegato e cellule staminali. Si è proceduto trapiantando dapprima l’organo epatico, per garantire al bambino una buona stabilità corporea per l’intervento successivo, che ha previsto il trapianto allogenico delle staminali ematopoietiche.
Il piccolo, attualmente ricoverato all’ospedale Regina Margherita sotto l’attento controllo della dottoressa Franca Fagioli, ha superato con successo l’intervento e sta riprendendo le sue normali attività quotidiane.

L’intervento avvenuto nella Città della Salute di Torino è il primo caso di doppio trapianto registrato in Italia e uno dei primi in tutto il mondo, poiché la letteratura medica ne conta solamente uno analogo.

Alessia Telesca

foto: bdtorino.net;

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews