Torna Star Trek: in tv una nuova serie da gennaio 2017

Una nuova serie per Star Trek: ecco l'annuncio odierno della Cbs. Il pilot è atteso per gennaio 2017 e manda già in visibilio i fan di tutto il mondo

teletrasporto

Il teletrasporto in Star Trek (startrek.com)

San Francisco – L’annuncio tanto atteso da milioni di trekkies è finalmente giunto: Star Trek avrà una nuova incarnazione televisiva, che sarà sui (piccoli) schermi di tutto il mondo a partire da gennaio 2017. La notizia ufficiale è stata data oggi e già comincia la lunga attesa dei fan in tutto il mondo.

L’ANNUNCIO – La produzione di una nuova serie televisiva di Star Trek è stata resa nota oggi dalla Cbs, facendo rapidamente il giro del mondo e scalando i trend di Twitter, soprattutto negli Stati Uniti.
Il primo episodio sarò trasmesso nel 2017 e riguarderà la piattaforma di distribuzione online CBS All Access, ma subito dopo la serie dovrebbe essere disponibile anche all’estero, in diverse incarnazioni. A produrre la prima stagione sarà Alex Kurtzman, già al fianco di Orci, Abrams e Lindelof nella ripresa cinematografica della serie, datata 2009 e spesso criticata dai fan.

Zachary Quinto (Spock) e Chris Pine (Kirk) in una scena del film

Zachary Quinto (Spock) e Chris Pine (Kirk) in una scena del nuovo film

L’EUFORIA – Con l’avvicinarsi del cinquantesimo anniversario, che sarà festeggiato l’8 settembre 2016, l’annuncio di una nuova serie Tv getta nell’euforia i fan sparsi su tutto il pianeta (e anche oltre, vista la passione di AstroSamantha). L’attesa per un nuovo prodotto era forte e, dopo la cancellazione di Star Trek: Federation, già a buon punto di produzione, il timore che Star Trek non sarebbe mai tornato sul piccolo schermo era forte.

@dom___72 allora, a me piacerebbe vedere cose nuove di Star Trek. Ma se devono essere sulla falsariga dei film…uhm…

— licia troisi (@licia_t) 2 Novembre 2015

 

I DUBBI – Gli ultimi film hanno ottenuto buoni risultati ai botteghini, ma anche fatto storcere il naso ai fan più accaniti: la reinterpretazioni della serie operata da J.J. Abrams non è stata particolarmente fedele allo spirito che muoveva Star Trek e la differenza non è passata inosservata. Se i produttori della serie dovessero mantenere il medesimo approccio il successo non sarebbe affatto garantito.

STAR TREK – Creato alla metà dagli anni ’60 da Gene Roddenberry, Star Trek voleva essere soprattutto un western nello spazio; se il medesimo obiettivo riuscirà meglio a Firefly trent’anni e passa più tardi, il telefilm che vide protagonisti Kirk, Spock e McCoy ha caratterizzato l’immaginario collettivo globale come pochi altri prodotti della fantasia umana. Come esempio, è sufficiente ricordare che il primo Space shuttle fu battezzato Enterprise proprio in onore della nave al centro dei viaggi di Star Trek.

La Uss Enterprise - D, comandata dal capitano Picard (memoryalpha.com)

La Uss Enterprise – D, comandata dal capitano Picard (memoryalpha.com)

LE INCARNAZIONI – Già cinque serie Tv hanno portato il nome di Star Trek sugli schermi di tutto il mondo, tanto da far dichiarare alla produzione che “almeno un episodio al giorno di Star Trek è visto da qualche parte del mondo”. Dopo Star Trek, oggi noto come “serie classica”, negli anni ’80-’90 venne l’ora del capitano Picard e della Enterprise-D in Star Trek: The next generation (TNG); a metà anni ’90, invece, sorse la serie Star Trek: Deep space nine, ambientata per la prima volta su una base stellare, comandata da Benjamin Sisko, primo ufficiale al comando di colore della storia del franchising. Pochi anni dopo sorse anche Star Trek: Voyager, che raccontò il ritorno a casa dell’omonima nave stellare, comandata da una donna, il capitano Janeway; infine, a inizio secolo, è stata l’ora di Star Trek: Enterprise, una sorta di prequel di tutta la saga, ambientata ancora prima dei viaggi di Kirk.

Andrea Bosio @AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews