Timperi bestemmia e scoppia la guerra tra Rai e Codacons

Roma – La Rai dovrà sborsare 25.000 euro di multa. Questo è quanto ha stabilito una decisione dell’Autorità per le Comunicazioni (Agcom) dopo una formale denuncia presentata dal Codacons. Con ordine.

Lo scorso 18 ottobre 2014, durante la trasmissione Uno mattina in famiglia, il conduttore Tiberio Timperi appare a mezzo busto e lancia una rubrica. O almeno prova a farlo, ma inciampa sulle parole, si ferma, batte un pugno sul tavolo e invoca i santi.

GUAI IN POST-PRODUZIONE – La scena è ripresa dalla telecamera, ma il girato anziché essere tagliato alla bisogna, viene mandato in onda così come è e il pubblico a casa se lo gusta per due volte prima che la televisione lo censuri.

Il conduttore prova a mettere una pezza a quello che – a dire il vero – è stato un errore della post-produzione chiedendo scusa agli utenti Rai, ma ormai il danno è fatto e le prese di posizione sono già in corso.

CODACONS SUL PIEDE DI GUERRA – Il resto lo ricostruisce il sito di Repubblica.it: l’Associazione consumatori Codacons iniziò con il pretendere dalla Rai una sanzione severa nei confronti di Timperi. Cosa che la Tv di Stato ha rifiutato di fare, affermando che la questione era il prodotto di una ‘concatenazione di eventi, frutto di una serie di imprevisti non intenzionali e di disguidi tecnici successivi’. Poteva finire così.

Invece il Codacons è implacabile. Al rifiuto di Tv Rai, l’associazione è passata al contrattacco denunciando la Rete all’Agcom la quale non ha potuto che dare ragione al Codacons in virtù del Codice di Autoregolamentazione Media e Minori, art 34 del dl 177/05, lett B: ‘Le trasmissioni non contengono programmi che possono nuocere allo sviluppo fisico, mentale o morale dei minori e film vietati ai minori di anni 14, a meno che la scelta dell’ora di trasmissione fra le ore 23,00 e le ore 7,00 o qualsiasi altro accorgimento tecnico escludano che i minori che si trovano nell’area di diffusione vedano o ascoltino normalmente tali programmi’. Totale dell’ammenda: 25.000 euro. Di nuovo poteva finire così.

Invece ci sarà un terzo atto perché – fa sapere il Codacons – la Rai in difesa di sé e di Timperi ha impugnato la decisione dell’Agcom e la vertenza approderà al Tar del Lazio il quale deciderà chi tra le parti ha ragione.

Chantal Cresta

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews