The Italian Flop. E adesso ci toccano Real, Barcellona e Manchester

LE QUALIFICATE AGLI OTTAVI DI CHAMPIONS:

PRIMA FASCIA (vincitrici dei rispettivi gironi): Tottenham, Schalke 04, Manchester United, Barcellona, Bayern Monaco, Chelsea, Real Madrid, Shakhtar Donetsk.

SECONDA FASCIA (seconde classificate dei rispettivi gironi): INTER, Lione, Valencia, Copenaghen, ROMA, Marsiglia, MILAN, Arsenal.

SORTEGGIO: venerdì 17 dicembre alle ore 12 a Nyon (Svizzera).

REGOLAMENTO: le squadre di prima fascia incontrano per sorteggio una di seconda fascia. Non possono sfidare una squadra già incontrata nella prima fase (es. Inter-Tottenham, Milan-Real Madrid), né una squadra della stessa nazione. Ai quarti ci sarà un nuovo sorteggio, senza nessuna limitazione.

Poco ma sicuro, ce la siamo cercata. Se Milan e Roma hanno alzato bandiera bianca ben presto per il primo posto nel girone, all’Inter sarebbe bastata una vittoria con il Werder Brema – ultimo in classifica e senza vittorie – per assicurarsi un ottavo di finale in assoluta scioltezza, o quasi. I tre schiaffoni rimediati in Germania dall’Inter (e i due dell’Ajax al Milan) sono riusciti a fotografare alla perfezione lo stato di salute europeo delle due milanesi d’Europa: un’Inter allo sbando dal punto di vista fisico, tattico e psicologico, e un Milan che ha incredibilmente ribaltato il proprio dna, procedendo spedito in campionato e faticando decisamente troppo in Europa (qualificazione ottenuta con una partita d’anticipo, ma 7 gol subiti in 6 partite). Storia a sé fa la Roma, che ha vissuto un inizio di campionato sofferto e sta ora rialzando la testa pian piano: il pareggio a Cluj è maturato quando il Bayern aveva già affossato il Basilea, dando ai giallorossi la certezza del passaggio del turno a partita in corso. I tre secondi posti delle nostre portacolori hanno però causato un paio di complicazioni: innanzitutto non c’è la chance di liberarsi di una squadra di prima fascia tramite l’impossibilità di scontro tra connazionali. Inter, Milan e Roma non potranno infatti pescare soltanto le prime classificate dei rispettivi gironi: Tottenham, Real Madrid e Bayern. In seconda istanza, bastano i nomi delle squadre di prima fascia a costringere Moratti, Galliani e la Sensi ad attingere alle riserve societarie di amuleti. Analizziamo in maniera “dantesca” le possibili sfidanti delle italiane.

Xavi, anima e corpo del centrocampo blaugrana (calciomercato.it)

INFERNO – L’Acheronte delle italiane scorre ai margini del Camp Nou. Tutte e tre le nostre qualificate possono incrociare il Barcellona (voto 9,5) di Pep Guardiola. La lezione di calcio rifilata 10 giorni fa al Real di Josè Mourinho è il biglietto da visita con cui i blaugrana si presentano agli ottavi di finale. L’intero podio dell’imminente Pallone d’Oro passa attraverso i piedi della direttrice offensiva del Barça: Xavi, Iniesta, Messi. Ora come ora sarebbe una mattanza, considerando che l’Inter cade a pezzi, il Milan è troppo lento per i ritmi di gioco dei catalani e la Roma è semplicemente troppo debole per i campeones. Unica incognita a cui appigliarsi: arriveranno nelle stesse condizioni anche in primavera? Alle italiane non andrebbe tanto meglio col Real Madrid (voto 8,5): vero, la scoppola del Cam Nou è stata pesantissima, ma in Champions la banda Mourinho ha pareggiato solo a San Siro, realizzando 15 reti in 6 match. Il ritorno dello SpecialOne al Meazza contro l’Inter sarebbe una sfida da brividi, per i tifosi e per le coronarie di Moratti. Difficile sapere se sulla panchina nerazzurra ci sarà ancora il suo attuale erede Benitez. Il cerchio infernale si chiude con il Manchester United (voto 8 ) di Sir Alex Ferguson. Da quando la telenovela-Rooney si è conclusa con il rinnovo del contratto (e da quando il buon Wayne ha smesso di gironzolare per l’Inghilterra bazzicando camere da letto a pagamento), i Red Devils sembrano aver ritrovato serenità e gioco. Berbatov è già a quota 11 centri in Premier, Nani sembra avere ereditato anche la personalità, oltre al ruolo, di Cristiano Ronaldo. La squadra è in fase crescente, in primavera rischia di essere il peggior cliente tra le tre regine dell’inferno. LIMITAZIONI: il Milan non può incrociare il Real Madrid.

kids468x60

Gareth Bale, 4 gol in 6 partite di Champions (tuononews.it)

PURGATORIO – Allo stato attuale delle cose, il Chelsea (voto 7,5) non incute lo stesso timore di qualche mese fa. Ancelotti ha stravinto un girone materasso, ma in campionato i Blues stanno inanellando una prestazione negativa dopo l’altra. Dal licenziamento di Wilkins in poi, qualcosa sembra essersi incrinato a Stamford Bridge. Lungi da questa sede è il sottovalutare un trio offensivo del calibro di Lampard, Anelka e Drogba. Il Bayern Monaco (voto 7) è invece letteralmente precipitato in una crisi di gioco e risultati. I 17 punti di distacco in campionato dalla prima in classifica e l’isolamento offensivo di Mario Gomez sono lo specchio del malessere bavarese. Dopo un Mondiale strepitoso, Muller sta tradendo le aspettative, mentre Ribery è tornato da troppo poco tempo in campo per poterne valutare l’incisività sul morale e sulle gambe del Bayern.  Squadra pericolosa, ma di difficile decifrazione. L’Inter ha avuto il demerito di sollevare il Tottenham (voto 6,5) agli onori delle cronache: la realtà è che gli uomini di Redknapp sono una buona squadra, ma il fatto che il terzino Bale abbia segnato più gol di Defoe, Pavlyuchenko e Crouch la dice lunga sul potenziale offensivo degli Hotspurs. Se non si spalancano autostrade sulla fascia a Bale, gli inglesi sono più che abbordabili.  LIMITAZIONI: l’Inter non può incrociare il Tottenham, la Roma non può incrociare il Bayern Monaco.

Raùl, da agosto 2010 allo Schalke 04 (ilovepes.forumfree.it)

PARADISO – Lo Shaktar Donetsk (voto 6) di Mircea Lucescu ha fatto esultare tutta l’Ucraina per uno storico passaggio agli ottavi di finale da prima in classifica. Finita l’epoca della Dinamo di scuola Lobanovski, i minatori di Donetsk hanno fatto fruttare gli investimenti dei boss dei gasdotti con il canonico mix di giovani rampanti e giocatori d’esperienza. Il passaggio del turno porterà soldi e fama nelle casse del club, ma l’èlite del calcio internazionale attenderà ancora un po’. Avrà anche vinto il girone, ma lo Schalke04 (voto 5,5) sarebbe una manna dal cielo per le nostre portabandiera. L’esperienza internazionale di Raul ed un redivivo Huntelaar hanno regalato alla squadra di Gelsenkirchen una facile qualificazione agli ottavi, ma il girone (Lione, Hapoel e Benfica) era davvero poca roba. In Bundesliga, inoltre, gli uomini di Magath stanno lottando per la salvezza e spenderanno energie preziose. Incrociarli (e batterli) darebbe una bella scrollata anche al nostro ranking UEFA, nel quale siamo in lotta proprio contro i tedeschi per conservare la possibilità di mantenere 4 squadre in Champions anche nel 2012/2013.

Francesco Guarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews