The Following, seconda stagione: la resurrezione di Joe Carroll

Dal 3 febbraio su Premium Crime riparte The Following: Ryan Hardy e Joe Carroll saranno ancora uno di fronte all’altro

The Following

Kevin Bacon interpreta Ryan Hardy (www.sky.it)

Dal tre febbraio su Premium Crime e dal 4 su Fox Italia, riparte il thriller psicologico The Following che, dopo un finale di stagione al cardiopalma, promette di trascinare il suo pubblico ancora una volta in un turbine di violenza e perversioni psichiche.

IDEA INNOVATIVAThe Following è stato apprezzato soprattutto perché in un panorama di serie thriller, tutte un po’ simili, il suo creatore Kevin Williamson ha ideato qualcosa di molto particolare. Non un semplice serial killer da trovare e fermare, ma una mente geniale che dopo essere già stato arrestato decide di vendicarsi e dalle patrie galere, in barba a tutte le regole e puntando sul suo fascino e sulla vasta varietà di turbe psichiche della popolazione americana, crea una setta che dietro sue direttive continua a terrorizzare e a uccidere seguendo uno schema ben preciso.

LE CRITICHE E IL FINALE  – Quello che è sfuggito alla produzione è stata l’accoglienza di pubblico e critica. Nessuno si aspettava i tremendi giudizi sull’estrema e a volte gratuita crudezza del pilota, fatto uscire senza lungimiranza subito dopo il massacro nella scuola elementare Sandy Hook. Ma Kevin Williamson non si è fatto certo intimidire e ha portato avanti il suo progetto senza mezze misure. Così dopo aver seguito le indagini di Ryan Hardy (Kevin Bacon) sulle tracce del feroce serial killer Joe Carroll (James Purefoy) e dei suoi sempre più numerosi seguaci, l’ultimo episodio è stato in qualche modo un massacro annunciato. La morte dell’agente Deborah Parker, sotterrata viva e l’uccisione a sangue freddo di uno dei seguaci, sono il punto di non ritorno. Da lì in poi Ryan Hardy tocca il fondo e con lui il suo pubblico. Le scene successive, dall’inseguimento di Carroll, all’esplosione nel capanno, fino al doppio accoltellamento di Ryan e Claire (Natalie Zea), sono una conclusione quasi scontata in cui non ci sono né vinti né vincitori.

The following cast

Il cast della seconda stagione di The Following (www.fox.com)

LA SECONDA STAGIONE – Ripartire dopo tale devastazione non è certo facile e così, per evitare di farci vedere subito l’integrale caduta dell’eroe, un po’ come era successo nel pilota, The Following riparte ad un anno di distanza dalla presunta morte di Joe Carroll, per poi tornare tramite flash back a indagare come Ryan Hardy sia riuscito a risalire la china. Sì, perché nel primo episodio ritroviamo l’ormai ex agente in netto recupero, non più dipendente dall’alcool, insegnante di criminologia con dei ritmi di vita quasi regolari. Almeno fino a quando un gruppo di fanatici, con indosso una maschera con i lineamenti di Carroll, non accoltellano i passeggeri di una carrozza della metropolitana di New York, urlando «Resurrezione! Resurrezione! Joe Carroll è vivo. Ryan Hardy non puoi fermarci!»

EMULATORI O QUALCOSA DI PIÙ? – Chi si muove dietro questa nuova ondata di violenza è ovviamente la grande domanda. Joe Carroll era in un capanno che è esploso, possibile sia ancora vivo? La logica farebbe pensare più semplicemente all’ennesimo gruppo di emulatori poco organizzati, ma non va dimenticato che alcuni dei suoi più fedeli seguaci non sono mai stati assicurati alla giustizia. Che ci sia qualcuno di loro dietro questo nuovo teatrino di morte e ossessione?

Alcune di queste domande troveranno risposta nei primi quaranta minuti, altre, come ci ha insegnato Williamson, sono destinate a fare da mantra all’intera stagione. Non ci vuole però un fine ricercatore per capire che, visto che James Purefoy è ancora stabile nel cast, la lotta psicologica tra Ryan Hardy e Joe Carroll non è ancora finita e che i due si ritroveranno nuovamente faccia a faccia.

Elisabetta Tirabassi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews