VIDEO CHOC Charlie Hebdo, poliziotto a terra ucciso dai terroristi

Charlie Hebdo, periodico francese di satira, ha subito un assalto alla redazione parigina; due uomini hanno fatto aperto il fuoco. Dieci morti

Parigi – Sparatoria con dieci morti nella redazione parigina di Charlie Hebdo, rivista satirica francese, mancano ancora le conferme ufficiali dei decessi, mentre le forze dell’ordine e gli organismi d’informazione francesi hanno confermato l’assalto e cinque feriti, ancora senza identità. Uno è un poliziotto. L’assalto sarebbe stato compiuto da due uomini armati di kalashnikov.

VIDEO DELLA MORTE DEL POLIZIOTTO – Il scioccante video riprende le immagini della morte di uno dei poliziotti coinvolti nella sparatoria di Charlie Hebdo: l’uomo, a terra ferito, viene freddato lucidamente e senza pietà da uno degli assalitori. Il video, sconsigliato ad un pubblico sensibile, è stato girato dai giornalisti stessi del giornale satirico Charlie Hebdo.

Charlie Hebdo

Charlie Hebdo, la redazione sotto attacco a Parigi (ilfattoquotidiano.it)

CHARLIE HEBDO – La rivista francese è nota per lo stile ironico, provocatorio e satirico, che spesso in passato aveva preso di mira gli estremisti islamici. Due uomini incappucciati e vestiti di nero sarebbero penetrati nella sede parigina del giornale francese e avrebbero aperto il fuoco sulla redazione al lavoro, utilizzando kalashnikov e inondando i locali di proiettili mortali. La ricostruzione dei fatti sembra essere trapelata dalle parole di un testimone, che avrebbe seguito l’attacco a Charlie Hebdo da un palazzo vicino.

 

TELEFONATA DRAMMATICA – «È un vero massacro, ci sono dei morti!»: questo è quanto ha riferito durante una telefonata al sito 20 minutes, prima che la linea si interrompesse e con essa la chiamata. La confusione è ancora notevole, visto che Le Figaro riporta la notizia di almeno due poliziotti feriti, ma non è chiara la sorte dei due assaltatori, anche se Le Figaro sarebbero fuggiti, aggredendo un automobilista; posti di blocco sarebbero disposti in tutta Parigi. Tuttavia l’Eliseo ha confermato che il Presidente francese, Francois Hollande, si sta recando sul luogo del massacro, quindi è probabile che l’emergenza sia almeno stabile.

PASSATO PREOCCUPANTE – Charlie Hebdo era già stato vittima di un attentato il 2 novembre 2011, quando una molotov distrusse con un incendio la redazione. Nel 2006 il settimana pubblico una serie di caricature di Maometto che attirarono l’ira dei fondamentalisti islamici; l’attentato del 2011, invece, era stato rivendicato come ritorsione per l’annuncio di un numero speciale dedicato alle elezioni in Tunisia, conclusesi con la vittoria del fronte islamico, il cui tema sarebbe stato “Maometto direttore responsabile di Charia Hebdo”. Anche nel 2012 c’era stato un nuovo caso, con sei vignette satiriche sull’Islam ancora al centro di minacce da parte di fondamentalisti islamici.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews