Tennis, Masters Cincinnati: Federer batte Djokovic 6-0 7-6

Djokovic e Federer

Mason, Ohio – Capitolo numero 28 della sfida tra l’attuale numero 1 del mondo Roger Federer e il secondo classificato Novak Djokovic. Conduce lo svizzero per 15 a 12. Questa volta, il palcoscenico è il Center Court del Western & Southern Open di Cincinnati, Ohio (benché in realtà si tenga a Mason, una città distante poco meno di 30 km dal centro di Cincinnati).

Il campione uscente e recente vincitore dell’oro olimpico, Andy Murray, è stato sconfitto al terzo turno dal francese Jeremy Chardy con un doppio 6-4, mentre i finalisti di questa edizione sono giunti sino alla finale tranquillamente, senza perdere un solo set (addirittura Djokovic ha approfittato del ritiro di Davydenko al terzo turno dopo un solo set, peraltro vinto 6-0).

Al di là dell’esito della partita, Roger Federer è sicuro di mantenere la prima posizione del ranking sino all’ultimo Slam della stagione, e quindi potrà beneficiare della testa di serie n° 1 a Flushing Meadows, dove peraltro sarà assente il finalista dell’anno scorso Rafael Nadal, fermato da una forte infiammazione al corpo di Hoffa, una struttura muscolare del ginocchio che già in passato aveva dato problemi al campione di Manacor.

Il match si svolge in una giornata serena e non particolarmente calda, nello stadio colmo di pubblico quasi per intero. Giudice di sedia è Mohamed Lahyani, arbitro dell’interminabile sfida Isner-Mahut a Wimbledon 2010.

Break in apertura per Federer, che approfitta di un Nole scarso al servizio e avanza 2-0, per poi allungare con il secondo break consecutivo, figlio del terzo doppio fallo del serbo, e con due ace che lo conducono sul 4-0 in appena 11 minuti di gioco. Terzo break, e un Federer in grandissimo spolvero sale 5-0. Ventuno minuti, e siamo già sul 6-0, il primo in ventotto sfide tra i due. Lo svizzero è in forma magnifica, ma Djokovic non c’è.

Il secondo parziale si apre con Nole che, seppure con difficoltà, vince il primo gioco dell’incontro, così come Federer. La partita prosegue, senza particolari scossoni, e soprattutto senza break. Djokovic è sul 5-4, e per la prima volta è più vicino alla vittoria (in un set) che alla sconfitta (nel match), ma Federer tiene e porta il match fino al tie-break.

3-0 rapidissimo per lo svizzero, Djokovic tiene e si porta sul 3-2. Al cambio campo, il tabellone segna 3 pari, ma il serbo approfitta di un Federer meno “focused” e sale 4-3 e due servizi a disposizione. Lo svizzero risale in cattedra e conquista il primo match point, annullato con un dritto potentissimo da Djokovic.

Lo stadio è sempre più rumoroso, al secondo giro di campo sul 6 pari. Djokovic conquista un set point, ma Federer è al servizio, e sull’8-7 agguanta il secondo championship point, che gli basta per ottenere il 21esimo Masters della carriera, il settantaseiesimo titolo, il quinto Cincinnati (record detenuto in solitaria), la sedicesima vittoria contro Nole e la certezza di presentarsi a Flushing Meadows da favorito.

Stefano Maria Meconi

Foto | https://nuovosoldo.files.wordpress.comhttp://i176.photobucket.comhttp://cdn.corrieredellosport.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews