Tennis, la terra rossa di Madrid diventa blu

Un campo da tennis in cemento blu: a breve anche la terra rossa di Madrid avrà lo stesso colore (oakhollownb.com)

MADRID - Quando sei un tennista mediocre ma il tuo amore per quella pallina gialla va al di là dei limiti tecnici, reinventarti allenatore e manager di successo può essere una buona strada. Ne sanno qualcosa Boris Becker e Marat Safin, giusto per citare due numeri uno del mondo, entrambi passati sotto l’ala protettrice di Ion Tiriac, mediocre tennista rumeno degli anni ’70, successivamente divenuto vulcanico imprenditore. Tiriac, dopo aver spolpato il mercato tennistico tedesco, orfano della Graf e dello stesso Becker, ha da qualche anno rivolto le sue attenzioni alla Spagna di Rafael Nadal ed è riuscito a mettere le mani sul prestigioso Master di Madrid, uno dei 9 tornei più importanti dell’anno al di fuori dei 4 slam. La sua ultima invenzione? Colorare di blu la terra rossa del tradizionale torneo all’aperto spagnolo, per dare maggiore visibilità alla pallina ed attirare più investimenti televisivi.

GIOCATORI CONTRARI, ATP FAVOREVOLE - Tiriac ha rivoluzionato il Master di Madrid: collocazione spostata da ottobre ad aprile (per guadagnare visibilità e poche settimane dal Roland Garros) e montepremi levitato vertiginosamente fino a 2,8 milioni di euro. Di fronte ad un gruzzolo così invitante nessuno dei giocatori ha protestato per l’arricchimento del calendario, ma la bizzarra idea di colorare con una speciale terra blu i campi della “Scatola Magica” (la bellissima arena del tennis di Madrid, fortemente voluta da Tiriac e costata 160 milioni di euro) non ha riscosso il successo sperato: «Siamo contrari, la terra rossa è la tradizione» sono state le parole poco diplomatiche dei due frontmen del tennis mondiale Federer e Nadal. A spalleggiare l’idea di Tiriac c’è però l’ex tennista spagnolo Manolo Santana, che ha già provato il terreno e ha probabilmente acceso i riflettori su quella che è la vera motivazione della curiosa iniziativa del manager rumeno: «Sul blu la pallina si vede anche molto meglio alla tv». Non poteva che essere questa la parola chiave: televisione. Maggiore visibilità della pallina gialla sul terreno blu rispetto alla terra rossa, quindi maggiore facilità nel seguire il gioco da casa, quindi nuovi e più succulenti diritti televisivi da incassare. L’ATP (Association of Tennis Professionals) ufficialmente tace, ma gongola in silenzio. Pensavate davvero che fosse solo un’idea un po’ “colorita”?

Francesco Guarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews