Tennis, Indian Wells: sarà Federer – Nadal ai quarti

Una meravigliosa posa plastica di Roger Federer, nel match contro Wawrinka (Zimbio.com)

Indian Wells – La sfida tanto pronosticata e attesa ci sarà: Roger Federer, n° 2 al mondo, 17 titoli dello Slam e Rafael Nadal, n° 5 al mondo, 11 titoli dello Slam, si sfideranno nel Masters 1000 di Indian Wells, sul caldo cemento della California. La rivalità storica tra lo svizzero e lo spagnolo, che ha riscritto i libri del tennis e ha segnato ben diciannove finali, di cui otto negli Slam (bilancio di 5-2 per il talento di Manacor), su 28 sfide in totali, sarà questa volta ai quarti di finale, un incrocio insolito per i due, abituati alle parti altissime della classifica, e che si è prodotto a causa della lunga assenza di Nadal dal circuito, che lo ha “relegato” alla quinta piazza del ranking Atp.

Entrambi i match degli ottavi di finale giocati dai due si sono conclusi con più difficoltà del previsto, grazie anche alla particolare predisposizione al bel gioco da parte degli avversari, rispettivamente Stanislas Wawrinka per Federer, ed Ernest Gulbis per Nadal.

Nel derby tutto elvetico, che iniziava con uno sconsolante 0-12 di Wawrinka nei precedenti incontri con il suo amico-nemico, Federer è sceso in campo con una protezione intorno alla zona lombare, resasi necessaria per l’acutizzarsi dei ben noti problemi alla schiena. Nonostante ciò, ha dominato per larga parte i primi due set, portandosi sul 6-3 4-2, ma ha poi affrontato un “buco” di gioco, che si è ripercosso sul risultato, concedendo così il secondo parziale al losannese. Nel terzo e decisivo set, un break di Wawrinka sul quale Federer ha discusso con l’arbitro prima, e con il supervisor poi, sembrava portare il match da altra parte, ma il giocatore di Basilea ha prima recuperato, poi sfruttato l’indecisione del connazionale sul 6-5 e chiuso il match in 140 minuti.

Nella sfida successiva, Gulbis – che aveva precedentemente battuto il nostro Andreas Seppi – ha tentato di sfruttare il gioco non particolarmente efficace di Nadal sul cemento, ma l’occasione per chiudere in suo favore il primo set gli è venuta proprio dallo spagnolo, che ha mal servito sul 5-4 e ha permesso al lettone di chiudere. Errori vari di Gulbis, nel secondo set, hanno vanificato gli sforzi precedentemente compiuti e permesso a Nadal di issarsi sul 6-4, stavolta a parti invertite. Nel parziale conclusivo accade di tutto: Nadal viene richiamato dal giudice di sedia perché confabula con il suo coach, Gulbis si ferisce picchiando la mano contro la racchetta, il match si intensifica e vive il suo culmine di pathos sul 6-5, quando lo spagnolo, che serve per il match, prima si fa recuperare sul 40 pari, e poi chiude, stoppando il cronometro dopo 2 ore e 33 minuti.

Se queste sono le premesse, e se i giocatori daranno vita come nei ventotto precedenti a tutto il loro enorme e meraviglioso repertorio, assisteremo all’ennesimo capitolo di quella Grande Sfida che ha avvicinato sempre più spettatori al tennis, e che ha reso la rivalità Federer – Nadal un capolavoro dello sport.

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews