Teatro, al via a Roma lo spettacolo Padrini Padani

In scena al teatro Trastevere fino al 31 ottobre lo spettacolo di Enrico A. Camarere

Roma – Sorprendente, brillante, ironico- sarcastica e imprevedibile. Questa la commedia “Padrini Padani” di Enrico A. Camarere, in scena al teatro Trastevere di Roma fino al 31 ottobre 2010. “L’ho detto a Berlusconi, le prostitute le ha mandate la mafia”: l’idea dello spettacolo nasce proprio da questa fatidica frase rilasciata da Bossi nel corso di un’intervista nel settembre 2009. Lo spettacolo nasconde un forte messaggio contro la mafia e il razzismo, due mali che nascono da una radice comune, l’ignoranza.

La commedia di Enrico A. Camarere è un mix di personaggi con caratteri così diversi e di continui fraintendimenti che creano situazioni al limite del surreale. Sulla scia della frase di Bossi, il regista decide quindi di dargli ragione, inventando Turi e Sasà: due mafiosi di quart’ordine (stile Franco e Ciccio) che hanno inviato le escort alla cena con il buon Premier.

I due, per paura d’essere stati scoperti fuggono e decidono di rifugiarsi a Milano, raggiungendo a sua insaputa il povero Giacomo, un loro compaesano trasferitosi ormai da anni nel capoluogo lombardo e fidanzato con Elena, la figlia di un assessore leghista. Per questo motivo il ragazzo, pur avendo confessato alla sua innamorata di essere del sud, non vuole che la famiglia di lei conosca il suo passato. Quando si trova a casa i due (che non hanno certo chiesto permesso), per lui inizia la fine. Cerca di non farli incontrare con Elena, ma il caso vuole che l’innamorata si presenti a casa sua. Una volta lì, Elena scopre Turi e Sasà ma Giacomo, non potendo dire la verità, finge che siano suo fratello e suo cugino. Lei, felicissima di conoscere la famiglia del fidanzato, li invita a cena, chiedendo semplicemente a loro la cortesia di parlare senza accento, cosicché il padre non possa mai scoprire che si tratti di “terroni”.

Ed è qui che inizia il bello. Alla cena ci sono proprio tutti: Turi, Sasà, Giacomo, Elena, Mattia (padre di Elena e leghista assessore alle entrate del comune di Milano), Ines (madre di Elena e perfetta donna all’apparenza con lifting e unghie perfette), Gaia (sorella di Elena, Dark Punk Lady), Gabriele (fidanzato di Gaia e brigadiere dei carabinieri) ed Adele (segretaria ed amante di Mattia).

La cena ha così inizio, tra episodi particolari e tante risate. La commedia degli equivoci all’italiana si chiude con una “bomba esplosiva” che non può essere svelata. Se avete voglia di passare una piacevole serata, magari in compagnia, andate a scoprirlo dal vivo…allora, buon divertimento!

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews