Teatri di vetro: il festival delle arti alla sua settima edizione

Teatri di Vetro, settima edizione (insideart.eu)

Roma – Inizia oggi nel quartiere Garbatella, nota periferia romana, la settima edizione di Teatri di vetro, una rassegna di arte contemporanea che spazia dal teatro alla danza, includendo performing art e videoteatro. Da sempre la manifestazione è una spazio aperto, punto d’incontro dell’arte libera ed indipendente.

Quest’anno l’evento ospita una sezione dedicata alle arti visive dove èpossibile visionare opere installative e audiovisive collocate in diversi spazi urbani, e in oltre c’è uno spazio dedicato alla musica.

Il festival si sviluppa all’interno del Teatro Palladium, del Forte Fanfulla, del Centrale Preneste e delle Fonderie Digitali.

Io non ho paura è il nome di questa settima edizione, è stato scelto per attuare una ” rivolta” nei confronti di questa crisi economica  che sembra essere permanente e che ha portato la cultura alla deriva, facendo sì che l’arte sia destinata solamente ad un pubblico di nicchia. Il tema centrale del festival è la ricerca continua della conoscenza, che viene vista ed interpretata come un puzzle al quale aggiungere un tassello alla volta per arrivare ad un barlume di verità, perciò il teatro e l’arte di per sé sono i mezzi per conoscersi e conoscere ciò che è fuori di noi mettendoci alla prova fisicamente e mentalmente.

Oltre alla continua ricerca, attraverso un bando sempre aperto, di artisti disposti ad esibirsi all’interno della rassegna ci sono anche dei corsi aperti a chi è interessato, che hanno durata per tutto l’arco del festival con l’obiettivo di far autopromozione; i laboratori,  gli stage, gli incontri, i seminari, le presentazioni di libri, i premi, i progetti speciali e di rete sono solo un  piccola parte di ciò che offre questa rassegna al suo pubblico. L’evento si apre stasera (h 19.30) al Teatro Palladium con un testo scritto da  Filippo Berta: Mostra Personale/ Vernissage dove l’autore analizza gli stati di tensione insiti nell’individuo attraverso micro-narrazioni e gestualità accentuate.

La serata si concluderà alle 23:00, con un testo scritto da Tobia Rossi intitolato Las Vegas, vincitore del bando Urgenze alla sua quinta edizione. La piéce  segue il dialogo a tratti divertente a tratti straziante di un uomo ed un ragazzo entrambi alla ricerca di qualcosa o qualcuno. L’iniziativa Teatri di vetro si svolge fino al 30 aprile, concludendosi al Centrale Preneste  con il reading musicale Scarpette Rosse.

                                                                                                                                                                                                                                             Giulia Orsi

per info su programma, orari, biglietteria cliccare qui

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews